logo_pier

BCC_NAPOLI_banner_superiore

logo_pier

logo_natale

Lun20112017

Ultimo Aggiornamento07:25:22

RELAX-WE-33

La Vera Pizza Napoletana: Farina, Acqua, Lievito, Sale, Passione

IMG_4282
NAPOLI (di Daniela Marfisa)- Imitata, reinterpretata, divulgata, universalizzata, eppure sempre unica: la pizza è un’eccellenza del Made in Italy, e su questo non si discute! Ma in termini di tradizione, di identità, di regole codificate, il disco di pasta più famoso del mondo è 100% Made in Naples.La pizza, alimento (apparentemente) semplice e basico, trova a Napoli la sua massima espressione nel corso di una storia secolare.

Al punto che la “Vera Pizza Napoletana” è tutelata da un marchio collettivo registrato e da un Disciplinare Internazionale, che dal 1984 ne definisce le regole e la salvaguarda da ogni tentativo di imitazione. Il frutto del lavoro iniziale di 17 maestri pizzaioli ha dato vita all’“Associazione Verace Pizza Napoletana”, che per festeggiare i suoi primi 30 anni di attività ha deciso di dare alle stampe il volume “Farina acqua lievito sale passione”, edito da Malvarosa.La presentazione del libro è avvenuta mercoledì 22 gennaio presso La Feltrinelli Libri e Musica di Napoli, dove un vero e proprio bagno di folla ha accolto con entusiasmo gli interventi del Presidente AVPN Antonio Pace, del Vice Presidente Vicario Massimo Di Porzio e dei giornalisti Santa Di Salvo e Tommaso Esposito.L’opera rende omaggio alla Pizza Napoletana attraverso segreti, ricette, storie e le bellissime immagini del fotografo Vittorio Sciosia. Vi si trovano il lavoro, le tecniche e gli ingredienti utilizzati dai pizzaioli napoletani, così come le ricette delle intramontabili pizze classiche e delle loro successive varianti più innovative, divise per colore: pizze rosse, pizze bianche e pizze verdi, un felice incontro di tradizione e creatività. E, cosa più importante, mediante questo progetto si mettono finalmente in risalto alcuni dei punti fermi e dei tratti distintivi di un prodotto straordinario e dei suoi grandissimi artigiani. La Pizza Napoletana ha la sua identità, la sua riconoscibilità e la sua unicità, che devono essere difese ma anche diffuse in tutto il mondo, così come è da difendere l’orgoglio della nostra cultura gastronomica e della nostra storia.Uno show cooking da parte dei maestri pizzaioli dell’AVPN ha permesso al pubblico dello Spazio La Feltrinelli di assistere alla magia della creazione dell’impasto: sia ben chiaro, non basta mischiare insieme acqua e farina per parlare di Pizza Napoletana! Occorre rispettare materie prime, dosi, temperature, fasi di lavoro e tempi giusti, e concludere con stesura e cottura adeguate. In quanti conoscono l’importanza dello staglio, o della maturazione? Si fa presto a dire pizza…Per ogni litro d’acqua servono 50-55 grammi di sale, 1700-1800 grammi di farina e 1-3 grammi di lievito di birra. Sapete inoltre che il Disciplinare non ammette l’utilizzo di cubettato o di passato di pomodoro? Solo pomodori freschi o pelati!Il mondo intero riconosce l’eccellenza della gastronomia italiana, e il lavoro di chi ogni giorno porta avanti la tradizione della Pizza Napoletana contribuisce a sostenere la filiera della qualità e a garantire lo sviluppo dell’economia del nostro paese. La pizza è la formula del nostro futuro.

Musica

JA Teline IV

Piaceri e Profumi

JA Teline IV

Viaggi

JA Teline IV

Sesso

JA Teline IV

Libri & Poesie

Avatar