logo_pier

BCC_NAPOLI_banner_superiore

logo_pier

Ven20102017

Ultimo Aggiornamento07:16:54

RELAX-WE-33

Re Panettone in scena a Napoli

IMG_6093
NAPOLI (di Daniela Marfisa)- Olive, rape rosse, timo selvatico, pepe bianco: avreste mai pensato di trovarli tra gli ingredienti del panettone? Queste ed altre le sorprese riservate da Re Panettone, la manifestazione dedicata al dolce milanese per antonomasia che è approdata per la prima volta a Napoli nelle giornate di sabato 14 e domenica 15 novembre.

Il Grand Hotel Parker’s ha ospitato ventitré tra i migliori pasticceri d’Italia, che hanno portato i loro lievitati dolci e salati nella città di Partenope per una grande degustazione abbinata alla vendita a prezzo unificato. Regola tassativa per gli espositori, l’artigianalità dei prodotti, vale a dire utilizzo di ingredienti freschi e totale assenza di conservanti e semilavorati. Il risultato è stato un’incredibile mescolanza di provenienze e di stili. Accanto a maestri affermati e pluripremiati hanno trovato posto nomi emergenti, come quello della pasticceria biologica Opera Waiting di Poggibonsi (Siena), nata solo nel 2013; le creazioni tradizionali della storica Pasticceria Cucchi di Milano sono state affiancate da quelle più innovative, come quelle del maestro Antonio Cera del Forno Sammarco di San Marco in Lamis (Foggia); dall’estremo nord, rappresentato dalla pasticceria Mauro Morandin di Saint-Vincent (Aosta), si è giunti fino alla siciliana pasticceria Imera di San Cataldo (Caltanissetta), e così via. Originali alcune fusioni come il Babettone della Pasticceria Di Biase di Eboli (Salerno), un po’ panettone e un po’ babà; il PanSfogliatella della pasticceria pompeiana De Vivo, dolce incontro tra il Re di Milano e la Regina di Napoli; la Pastiera lievitata del maestro Alfonso Pepe di Sant’Egidio del Monte Albino (Salerno) e infine il dolce Millefiori di Sal De Riso di Tramonti (Salerno) decorato da struffoli. A intervallare il tripudio di zuccheri, i lievitati salati, ad esempio la Pepita del Po al tartufo bianchetto della pasticceria Mazzali di Governolo (Mantova) e il Panettone Grand’Italia della pasticceria romana Attilio Servi, focaccia ai pomodorini semisecchi, pecorino e origano. Oltre agli assaggi dei lievitati, la due giorni ha previsto incontri con i pasticcieri, approfondimenti tematici, laboratori sensoriali e la degustazione dei migliori vini nazionali dolci, passiti e spumanti a cura dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli. Re Panettone Napoli è stato realizzato grazie all’incontro tra l’ideatore Stanislao Porzio e la giornalista partenopea Donatella Bernabò Silorata, autrice del libro I Panettoni del Sole. Nei giorni 28 e 29 novembre si svolgerà l’edizione meneghina dell’evento.

Musica

JA Teline IV

Piaceri e Profumi

JA Teline IV

Viaggi

JA Teline IV

Sesso

JA Teline IV

Libri & Poesie

Avatar