logo_pier

BCC_NAPOLI_banner_superiore

logo_pier

Ven21072017

Ultimo Aggiornamento06:34:16

RELAX-WE-33

Serata di pizze ed eccellenze irpine con la Cipolla Ramata di Montoro

genovese
NAPOLI (di Daniela Marfisa)- Dolce, aromatica, adatta alle lunghe cotture: è la Cipolla Ramata di Montoro, eccellenza agroalimentare campana che tanti corregionali conoscono prevalentemente come protagonista di uno dei nostri piatti tradizionali più amati, soprattutto per i pranzi domenicali, ovvero il sugo alla genovese.

A questa prelibata varietà ortofrutticola - inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali Campani - è stata dedicata la serata del 5 agosto “Pizza sotto le stelle”, organizzata a Montoro da una delle aziende produttrici, la GB Agricola di Nicola Barbato, aderente al Marchio Collettivo Geografico della Cipolla Ramata di Montoro. Tre pizzaioli, uno chef stellato, un mastro birraio e un duo musicale hanno animato una serata gioiosa, fatta di piatti veraci e genuini. Tanti i prodotti locali di qualità da degustare: Pasqualino Rossi della Pizzeria Élite di Alvignano ha proposto la pizza “Montoro”, con cipolla ramata, pancetta di Calitri, mozzarella affumicata e rosmarino; Vincenzo Di Fiore della Bella Napoli di Acerra ha presentato la “Marinara dell’Irpinia”, con datterino delle colline montoresi, aglio dell’Ufita e pecorino bagnolese, mentre Sabatino Patrizio de Il Corallo di Mercato S. Severino ha realizzato la “Paternopoli”, con Broccolo Aprilatico, salsiccia irpina e mozzarella di bufala. Accanto alle pizze gourmet, è stato possibile assaggiare anche la magistrale genovese di ramata dello chef Paolo Barrale, del ristorante Marennà di Sorbo Serpico (insignito di stella Michelin), cotta per ben 8 ore, ed inoltre il cuoppo di ramata fritta ed il caciocavallo impiccato dei ragazzi della Pro-loco di Volturara. Il compito di dissetare gli ospiti è toccato al birrificio artigianale SerroCroce di Monteverde, che per l’occasione ha presentato la sua nuova birra alla spina, “Fresca”. Le note dei musicisti Enzo e Floriana hanno accompagnato una serata dal clima rilassato e sereno.Il merito va soprattutto all’azienda ospitante, rispettosa della natura e attenta all’ecosostenibilità: non solo è certificata come “Azienda agricola di produzione con metodo biologico”, ma l’arredamento interno è realizzato interamente con cartoni riciclati, così come le scatole in cui vengono venduti i propri prodotti. Cipolle preparate in mille modi, territorialità ed eco sostenibilità per un altro successo della qualità “Made in Campania”.

Musica

JA Teline IV

Piaceri e Profumi

JA Teline IV

Viaggi

JA Teline IV

Sesso

JA Teline IV

Libri & Poesie

Avatar