logo_pier

BCC_NAPOLI_banner_superiore

logo_pier

Ven21072017

Ultimo Aggiornamento06:34:16

RELAX-WE-33

Una giornata a tutta natura alla Masseria Giòsole

IMG_5018
NAPOLI (di Daniela Marfisa)- Come rendere briosa la presentazione dei risultati finali di un progetto nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Campania? Con una bellissima mattinata all’aria aperta, un concorso per giovani barmen, attività didattiche per bambini e l’assaggio di una nuova creazione dolce della chef stellata Rosanna Marziale.

Questa la sintesi della giornata di venerdì 28 marzo, svoltasi presso la Masseria Giòsole di Capua (Caserta), capofila del progetto Derfram partito nel 2010. Il progetto ha visto coinvolti tre enti di ricerca molisani e campani nonché cinque aziende agricole campane, e ha permesso di dare vita a confetture e succhi di frutta particolarmente sani con un contenuto ridottissimo di residui di fitofarmaci e micotossine, attraverso l’impiego di antagonisti naturali. In mattinata, mentre gli alunni del 2° Circolo Didattico Capua si scatenavano grazie alle attività didattiche curate dall’associazione AgriGiochiamo, i più grandi hanno potuto assistere al concorso per la preparazione di cocktail (analcolici o a bassa gradazione alcolica) a base di succhi di frutta, riservato agli studenti degli Istituti alberghieri di Caserta e provincia. Una giuria composta dal presidente Michele Pagliuca (vice fiduciario AIBES per la zona di Caserta), dai giornalisti Michele Armano e Giuseppe De Girolamo, dall’esperta di gastronomia ed ex concorrente di MasterChef Imma Gargiulo e da… Daniela Marfisa (ancora lei!) ha premiato per la Migliore decorazione l’Ipssart di Cesa (la giovane Federica Iavarone, che per il suo cocktail “Summer” ha realizzato un cestino di ghiaccio contenente pezzetti di frutta) e decretato vincitore del concorso l’Isis Guglielmo Marconi di Vairano (Carla Pagliaro con il suo drink “Il sorriso di Giò”) seguito dall’Isis Galileo Ferraris di Caserta (Giulia Valery con il suo “Giò Sole”). I giovanissimi artisti dello shaker - studenti dalla terza alla quinta classe - nonostante qualche comprensibile momento di esitazione di fronte al pubblico, hanno mostrato competenza e preparazione, realizzando bellissime decorazioni a base di frutta e verdura per ornare i bicchieri. Successivamente, Rosanna Marziale, chef patronne del ristorante Le Colonne di Caserta, ha presentato “ConciatoGiò”, un pre-dessert realizzato con la confettura di albicocca del progetto Derfram e con il Conciato romano (altra grande eccellenza di Terra di Lavoro), presidio Slow Food prodotto dall’azienda agrituristica Le Campestre della famiglia Lombardi di Castel di Sasso (Caserta). Il pranzo a buffet all’aperto e la visita agli impianti di produzione e trasformazione della Masseria (in pratica, una filiera cortissima, che consente all’azienda la raccolta della frutta a un giusto punto di maturazione e di conseguenza un minore impiego di zuccheri) hanno preceduto la presentazione scientifica vera e propria del progetto Derfram, in cui si sono tirate le somme del PSR in fase di ultimazione e si sono esposte le opportunità offerte dal nuovo PSR 2014 – 2020 nel campo dell’innovazione e della cooperazione. Il convegno pomeridiano ha visto la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Daniela Nugnes. Un evento ad esemplare dimostrazione di come sia possibile fare rete per valorizzare i tesori della nostra Campania e iniziare a formare le nuove generazioni fin dalla giovane età. Complimenti all’organizzatrice Laura Gambacorta e un ringraziamento alla famiglia Pasca di Magliano per l’ospitalità.

Musica

JA Teline IV

Piaceri e Profumi

JA Teline IV

Viaggi

JA Teline IV

Sesso

JA Teline IV

Libri & Poesie

Avatar