logo_pier

BCC_NAPOLI_banner_superiore

logo_pier

Ven20102017

Ultimo Aggiornamento07:16:54

RELAX-WE-33

Una Pizza per l’Estate 2015, l’anteprima va in scena a Palazzo Petrucci

GRUPPO
NAPOLI (di Daniela Marfisa)- Sole caldo, una terrazza con vista su una delle più belle piazze partenopee e tante freschissime pizze: la bella stagione arriva in anticipo grazie a “Una Pizza per l’Estate”, la kermesse ideata da Molino Caputo che consente di decretare la ricetta più amata del 2015 attraverso le preferenze espresse sull’apposita pagina Facebook.

Mercoledì 22 aprile, presso la Pizzeria Palazzo Petrucci di Piazza San Domenico Maggiore a Napoli, sono state presentate in anteprima le otto pizze partecipanti a questa terza edizione della sfida, con il beneplacito degli chef stellati Gennaro Esposito (La Torre del Saracino di Vico Equense) e Lino Scarallo (Palazzo Petrucci di Napoli). In una gustosissima competizione tra loro, sette pizzaioli campani e un siciliano. Michele Leo, il pizzaiolo resident di “Palazzo Petrucci Pizzeria” di Napoli, gioca sulla freschezza con la sua Scapece al limone, con acciughe, provola affumicata, cipollotto fresco, zucchine, alici sott’olio, limoni, menta. Enzo Cacialli della pizzeria “Don Ernesto” di Napoli propone la Regno delle due Sicilie: peperoncini verdi, provola affumicata di Agerola, pomodorini di Pachino e pecorino romano. Luca Castellano di “Pizzazzà” di Napoli punta sulla Margherita al San Marzano: pomodoro San Marzano dop San Nicola dei Miri, Fiordilatte di Agerola, Olio Ravece Antico Frantoio dei Grani Rossi, Parmigiano Reggiano dop 24 mesi, pecorino romano dop. Ron Garofalo di “Mistral” di Palermo ha ideato un impasto particolare (con il 30% di grano duro) condito con i sapori della sua Trinacria: la Pizza Sicilia, con mozzarella, dadolata di datterino di Scili e dadolata di Scalone di Cinisara. Vittorio Giordano di “Al Valico di Chiunzi” di Tramonti (Salerno) porta la costiera amalfitana in tavola grazie alla Tramonti d’Estate, con provola di Tramonti e tartufo estivo scorzone dei Monti Lattari. Ciro Oliva di “Oliva da Concettina ai tre Santi” di Napoli stupisce con la sua Pizza Fresella, un disco forato e guarnito a crudo con pomodorino datterino vesuvio bio, tonno di Cetara, mozzarella di bufala, oliva salella ammaccata del cilento, olio evo e basilico. Pasqualino Rossi della pizzeria “Élite” di Alvignano (Caserta) utilizza solo ingredienti campani per la sua Estate Riccia 2015: scarola riccia, alici di Cetara, olive nere Caiazzane, bufala affumicata e olio extra vergine di oliva varietà itrana Badevisco. Infine, Roberto Susta della pizzeria “Shekkinah” di Volla (Napoli) concorre con La Primizia: pomodorini gialli, fior di latte d’Agerola, peperoncini di fiume friggitelli, olio evo e basilico. In occasione dell’anteprima napoletana, il maestro pasticcere Sal De Riso ha proposto una sua nuova creazione, il Babamisù: pasta babà al lievito naturale inzuppato al caffè espresso napoletano e crema al mascarpone, servito in coppette. A partire da oggi, è già possibile degustare le otto proposte nelle pizzerie partecipanti. Tra tutti i votanti, a fine stagione, sarà estratto un fortunato vincitore.

Musica

JA Teline IV

Piaceri e Profumi

JA Teline IV

Viaggi

JA Teline IV

Sesso

JA Teline IV

Libri & Poesie

Avatar