NAPOLI – “Abbiamo deciso di scendere in piazza a Bagnoli per difendere i diritti dei nostri amici a 4 zampe che sono messi in pericolo dai comportamenti incivili di alcuni e dal mancato controllo dell’amministrazione comunale sul rispetto di alcune ordinanze fondamentali. A Napoli ci sono poche aree dedicate a loro. Eppure negli ultimi anni molte famiglie hanno deciso di adottare un animale ma parallelamente non sono aumentati gli spazi a loro dedicati. Diventa quindi difficile trovare dei luoghi per farli correre e giocare. Aspetti fondamentali per tenerli in forma. Una soluzione? Ci sono tante aiuole trascurate e queste potrebbero essere utilizzate dedicandole ai nostri amici a quattro zampe. Ma i disagi riguardano anche altre questioni. Difatti, è molto complicato trovare appositi contenitori per le deiezioni canine. L’amministrazione comunale è stata poco attenta in tal senso ed inoltre bisogna anche segnalare, purtroppo, che ancora tanti cittadini non raccolgono le deiezioni dei loro cani. Questo di certo non è il modo di contribuire al vivere civile”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che ha partecipato all’iniziativa insieme alla coportavoce nazionale del Sole che Ride, Fiorella Zabatta, Roberto Russo, Augusto Lacala, Rosario Pugliese, Salvatore Orga, Mirella Di Dio, Francesco Piscopo e tanti altri cittadini ed attivisti che sono intervenuti.

“Insieme con gli attivisti di #EuropaVerde – proseguono i promotori – chiediamo ai cittadini ed ai commercianti di mettere fuori dei loro negozi e fuori dei condomini una ciotola con acqua fresca per i nostri amici cani, gatti e uccelli. In questo modo in poco tempo costruiremo una rete di acqua disponibile in grado di non far morire di sete i nostri amici. Nei prossimi giorni stesso il gruppo di attivisti della X Municipalità regalerà alcune ciotole ai commercianti di Bagnoli, Fuorigrotta e Cavalleggeri”.

“Esiste un’ordinanza – aggiunge infine il consigliere regionale Borrelli – che fa divieto di utilizzo di cavalli da traino dalle 13 alle 16 nel periodo estivo e più in generale quando le temperature superano i 35 gradi. E’ in vigore da cinque anni. Eppure sembra che nessuno ne sia a conoscenza. Nemmeno chi dovrebbe verificarne l’applicazione. Chiediamo un intervento drastico all’amministrazione comunale su questo per tutelare i cavalli. Abbiamo visto quanti stramazzano a terra per il caldo e non vogliamo più assistere a queste scene raccapriccianti. Se è vero che gli animali non votano, come scioccamente mi dice qualcuno, è evidente che da come vengono trattati si misura livello di civiltà. Mettiamo spalle al muro gli incivili e non offriamo più alibi a chi non fa il bene dei nostri amici a 4 zampe”.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/210081417590993

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments