NAPOLI – Questo e’ quanto hanno rinvenuto i militari del nucleo cc Cites di Napoli unitamente ai medici veterinari ASLNA1 del CRIUV – Regione Campania.

L’esemplare, di circa 1,30 mt. di lunghezza, era detenuto in una teca di dimensioni insufficienti che ne impediva i naturali movimenti, mancante, inoltre, di un microambiente confortevole e simile a quello di origine.

Infatti l’animale presentava una lesione alla punta del naso (verosimilmente per l’impatto con la teca), il terzo dito della zampa anteriore sx era di forma irregolare, una lesione (ustione) cutanea al fianco sinistro (per l’impatto con le lampade riscaldanti poste in alto alla teca senza protezione).

Il rettile, incluso nell’allegato “B” al Reg. Nr. 338/97 e s.m. e nell’appendice II della Convezione di Washington (CITES),pertanto veniva sequestrato per violazione degli artt. 727 e 544/ter c.p. ed il titolare della predetta società deferito alla competente A.G.

L’animale e’ stato temporaneamente affidato alle cure dei veterinari della ASLNA1 – CRIUV e poi successivamente trasferito presso struttura idonea.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments