GRAGNANO – Si chiamava Charly un cane dolce e buono, amico dei bambini ucciso dalla vile mano di alcuni criminali che da giorni con bocconi avvelenati stanno compiendo una vera e propria strage di animali domestici a Gragnano.

In pochi giorni oltre il povero Charly sono morti un can, un gatto e un altro felino è in fin di vita.

In diverse zone sono stati ritrovati dei cosciotti di tacchino avvelenati.

Le tracce di Charly si erano perse qualche giorno fa quando si era allontanato da casa in via San Giuseppe a Gragnano. Ieri purtroppo il tragico epilogo.

Il cane è stato rinvenuto cadavere da un ragazzo del posto che ha allertato la famiglia.

La morte di queste povere bestiole ha gettato nello sconforto l’intera comunità e le loro famiglie. Accorato il messaggio lanciato su Facebook dalla padrona Claudia D’Aniello:

“Charly non esiste più e non perché sia andato sotto una macchina, non perché è morto di malattia o di vecchiaia.

Charly è morto per la cattiveria umana, è morto perché dei trogloditi criminali e malvagi hanno deciso così, hanno deciso che non doveva scodinzolare e giocare con i miei figli e i miei nipoti creando un atmosfera d’amore e gioia!

Il loro compagno di avventure lui che da quando erano piccoli li consolava quando piangevano.

Queste persone non sono degne di vivere e nemmeno di avere figli perché se non riescono ad amare gli animali come fanno a crescere degli esseri umani.

Ma io sono certa che un giorno avranno quello che si meritano perché se anche sfuggiranno alla giustizia umana non potranno altrettanto sfuggire a quella divina.

Ma in questo post voglio ringraziare veramente tutti per il sostegno e il conforto: le 96 persone che hanno avuto una reazione, le 98 persone che hanno condiviso, chi ha condiviso dalle condivisioni, chi mi ha mandato un messaggio privato, chi mi ha fermato per strada, gli amici che sono venuti a cercarlo con noi che hanno attaccato le sue foto, il ragazzo che l’ha ritrovato, Vincenzo, Paki che mi ha avvisato avendo avuta lei stessa e la famiglia lo stesso dolore sabato per Pisolo. Averlo ritrovato mi è di grande consolazione perché immaginarlo in un angolo freddo e solo mi faceva tanto male, almeno gli possiamo dare una sepoltura perché già non meritava di morire almeno quella gliela dobbiamo.

Grazie a tutti di ❤️Mi piace ricordare che Chary amava i bambini ma i suoi carnefici no.Grazie ancora a tutti le persone buone esistono ancora ,voi lo siete !!!❤️”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments