NAPOLI – Ferito e in gravissime condizioni sarebbe sicuramente morto senza l’intervento dei volontari del Cras (Centro recupero animali selvatici) “Stella del Nord” della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente: questa la storia di Robin Hood, anziana volpe salvata da persone che, ogni giorno, si dedicano anima e corpo alla protezione degli animali. La sua vicenda sarà narrata a “Dalla Parte degli Animali”, la trasmissione ideata e condotta dall’on. Michela Vittoria Brambilla, che è anche presidente di LEIDAA, in onda domenica 10 ottobre, alle 10.55 su Rete4. “La fauna selvatica è un patrimonio di tutti noi eppure in questo paese non è conosciuta ed è troppo spesso perseguitata. Per questa ragione è nato il primo Cras della LEIDAA “Stella del Nord” e all’interno della mia trasmissione avranno spazio anche i meravigliosi animali selvatici”.

Quando è stato trovato dalla polizia provinciale Robin Hood era steso sul ciglio di una strada, ferito, con enormi difficoltà respiratorie e quasi in punto di morte. Appena giunto al Cras, in piena notte, è stato subito assistito dai veterinari del centro: la sua sembrava una situazione senza speranza per via di profonde ferite a una zampa degenerate in un’infezione globale. Eppure, nonostante fosse poco collaborativa per via dell’età e la risposta alle cure fosse inizialmente scarsa, questa volpe è riuscita a superare la notte e – piano piano – a riprendersi. Le cure intensive prestate 24 ore su 24 da volontari e staff veterinario hanno fatto il miracolo. Una volta guarita del tutto è stata vaccinata e, al momento opportuno, nuovamente liberata in natura. Quando è scattata fuori dalla gabbia ed è corsa nei suoi boschi è stata la più grande delle gioie per la presidente Brambilla e tutti i volontari che fino a quel momento l’avevano seguita. “Grande la soddisfazione di aver salvato un essere vivente e poterlo vedere, per la prima volta, correre libero” ha commentato l’on. Brambilla.

“Storie come quella di Robin Hood – commenta l’on. Brambilla – servono a richiamare l’attenzione sull’importanza di garantire la vita di tutte le volpi: animali che vengono spesso trattati in maniera ignobile, per cui viene perfino concessa l’abominevole pratica della caccia dei cuccioli in tana. Ciò che vogliamo far capire a tutti è che le volpi, così come tutti gli altri selvatici, sono animali del bosco che non sono poi così diversi dal cane, dal gatto e tutti gli altri animali che vivono nelle nostre case: proprio come loro vanno tutelati e rispettati e mai braccati”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments