VITERBO – Scene strazianti provengono dal viterbese. Nella giornata dell’8 novembre, infatti, da Nepi, frazione di Umiltà, l’ex rugbista della nazionale italiana Andrea Lo Cicero ha postato su Facebok un video denunciando, tra le lacrime e la voce rotta dal dolore, l’uccisione di una delle sue asine, Zaira, riversa a terra su un fianco nel filmato.

Zaira è stata uccisa da un cacciatore che si è avvicinato all’abitazione di Lo Cicero durante una battuta al cinghiale, rischiando di colpire anche l’ex campione e la propria consorte, come lo stesso Lo Cicero racconta.

Zaira, assieme alle altre asine, contribuiva alla fattoria didattica “La Terra dei bambini” messa su dall’ex rugbista, una onlus il cui scopo è di avvicinare i bambini, in particolar modo quelli diversamente abili, alla natura attraverso l’onoterapia, ossia una co-terapia in collaborazione con l’asino.

“Sono immagini strazianti che fanno venire un nodo in gola. Anche se è una vicenda non legata alla Campania non possiamo esimerci dal denunciare e dal commentarla, è davvero vergognoso ciò che è accaduto, se si vuol far caccia, pratica a cui siamo assolutamente contrari, che almeno si rispettino le regole e si sia preparati.

Vogliamo esprimere la nostra solidarietà a Lo Cicero per la morte della sua asina, comprendiamo il suo dolore, è stato un gesto vile che ha tolto la vita ad un povero animale che aiutava tanti bambini speciali.” – ha commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli

https://www.facebook.com/489369491216947/videos/365452584676732

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments