NAPOLI – Nella giornata di sabato 22 maggio sono state portate in salvo due tartarughe marine che sono state avvisate da alcune persone nel Golfo di Napoli le quali hanno poi allertato le autorità preposte ed i volontari dell’Enpa idi Salerno.

“Le due testuggini erano state individuate da alcune persone che si trovavano a navigare nel golfo di Napoli su imbarcazioni private.

Di questi periodi le tartarughe stazionano sul pelo dell’acqua per termoregolarizzarsi ma quando si avvicina un’imbarcazione si immergono, come meccanismo di difesa, se non lo fanno vuol dire che c’è qualcosa che non va, ed è quello che è accaduto in questo caso.

La prima tartaruga avvistata a largo di Ischia è stata portata al Molo Beverello, la seconda invece è stata recuperata dagli uomini dell’aeronautica militare.

Dopo averle recuperate entrambe, noi ed il personale veterinario della Stazione Anton Dhorn, sono state portate presso la Stazione zoologica dove hanno ricevuto le cure necessarie e sono state liberate in mare aperto.

Lanciamo questo appello: se avvistate in mare delle tartarughe che non si immergono, portatele a bordo della vostra imbarcazione ma non liberatele dell’eventuale cordame in cui sono intrappolate, si rischierebbe di fare dei danni maggiori, ma portatele alle autorità preposte.”- hanno spiegato i volontari dell’Enpa Salerno.

“È stato un gioco di squadra quello che ha permesso di salvare la vita a due rari esemplari di tartarughe marine. Per questo ringraziamo i cittadini hanno subito allertato le autorità preposte e quest’ ultime, assieme ai volontari dell’Enpa di Salerno, per essere intervenuti tempestivamente.”- hanno commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ed il conduttore radiofonico de La Radiazza Gianni Simioli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments