NAPOLI – Ieri mattina gli agenti del Commissariato Secondigliano e della Polizia Municipale, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e di personale del Servizio Veterinario dell’ASL Napoli Centro, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nei quartieri di Secondigliano e San Pietro a Patierno.
Nel corso dell’attività sono state identificate 54 persone, di cui 18 con precedenti di polizia, e controllati 27 veicoli.
In via Aspromonte a San Pietro a Patierno gli operatori hanno controllato un’area industriale dove hanno accertato che il gestore di un’officina di fabbro era sprovvisto delle autorizzazioni necessarie per esercitare l’attività e, pertanto, l’hanno denunciato per mancanza dei registri di smaltimento rifiuti e mancanza dell’autorizzazione ambientale; inoltre, l’hanno altresì sanzionato per aver esercitato l’attività senza autorizzazioni ed i locali sono stati sequestrati.
L’uomo, un 49enne napoletano, è stato trovato anche in possesso di 4 esemplari di volatili di specie protetta, 3 cardellini e un pappagallo, tutti privi di anello identificativo, e di un cane sprovvisto di microchip; per questi motivi è stato denunciato per possesso di fauna di specie protetta e sanzionato per la mancanza del microchip mentre i volatili sono stati sequestrati.
Infine, all’interno di un’attività di falegnameria, è stato trovato un altro cane privo di microchip e il proprietario è stato sanzionato da personale della ASL.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments