CAPRI – “Le restituiscono la libertà e la riconsegnano al suo abitat naturale. E’ la sorte toccata a una tartaruga Caretta Caretta rimasta imbrigliata con una pinna a una corda legata a due grossi contenitori di plastica a largo dei Faraglioni, e salvata da un gruppo di pescatori capresi. Chi vive il mare non può che amare anche le sue creature e battersi in difesa dell’ecosistema marino. Commuove la fragilità di questi esemplari sempre più a rischio a causa di scellerati comportamenti in mare. Il senso di responsabilità dei pescatori deve far riflettere tutti sull’importanza di rispettare l’ambiente. Dovremmo proclamarci sentinelle dei nostri territori e difendere le enormi ricchezze che la natura ci offre. Gesti come quelli compiuti dai pescatori capresi riempiono il cuore e inducono a sperare in un crescente impegno civico a tutela dell’ambiente. Dovremmo ricordare che il pianeta sul quale viviamo ci è stato dato in prestito e dovremmo sentire la responsabilità di consegnarlo a chi verrà dopo di noi integro”. Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Gianni Simioli, conduttore radiofonico.

Tartaruga salvata

Queste persone, a Capri, hanno salvato una tartaruga impigliata in una rete restituendole la libertà. Un gesto meraviglioso che deve farci riflettere tutti. (video inviato da un cittadino)

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Sabato 13 giugno 2020

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments