26.2 C
Napoli

XXI Festival dal Barocco al Jazz con Sebastiano Somma e Daniele Sepe

-

ANACAPRI – Fino al 31 luglio 2023, sull’incantevole terrazza dell’Hotel Caesar Augustus di Anacapri prosegue la rassegna Dal Barocco al Jazz organizzata dalla Fondazione F.M. Napolitano in collaborazione con il Comune di Anacapri, e curato nell’ideazione e nella direzione artistica da Maria Sbeglia,

che si concluderà con un appuntamento speciale il 3 agosto sull’isola di Ischia, nella pregevole cornice del Castello Aragonese.

Il festival Dal Barocco al Jazz è organizzato in collaborazione con il comune di Anacapri e con il contributo di Regione Campania e del Ministero e con il Patrocinio morale della Città Metropolitana di Napoli. Le artiste indosseranno gioielli de La Campanina di Alberto e Lina.

Appuntamento all’insegna del rock sabato 29 luglio (ore 20) con “Paganini Rock dello “GnuQuartet”.

L’ensemble formato da Roberto Izzo (violino), Francesca Rapetti (flauto) e Raffaele Rebaudengo (viola), Arianna Di Martino (violoncello) che vanta collaborazioni con artisti quali Francesco De Gregori, Afterhours e Subsonica, arriverà per la prima volta in Campania per presentare “Paganini – The Rock Album”, il progetto originale dedicato alla musica e alla figura umana di Niccolò Paganini. Un concerto energico in cui i Capricci e le sonate composte dall’inarrivabile virtuoso del violino troveranno una nuova veste che lascerà esplodere il linguaggio paganiniano ritmato e incalzante. Il concerto sarà preceduto da una breve presentazione del libro “Capritudine” di Renato Esposito, Edizioni la Conchiglia.

Si prosegue domenica 30 (ore 20) con il sassofonista partenopeo Daniele Sepe, che insieme al suo quartetto (Antonello Iannotta alle percussioni, Paolo Zamuner al pianoforte, Roman Gomez al basso, Massimo Del Pezzo alla batteria) presenterà al pubblico il concerto “Sepè le Mokò – La musica dei film di Totò”. L’album, che come ricorda Sepe si configura come «un debito di riconoscenza ad Antonio De Curtis», attraverso le colonne sonore dei film di Totò, restituisce la ricchezza musicale di alcuni dei più grandi compositori italiani di musica per film: da Piero Piccioni ad Armando Trovajoli, passando per Carlo Rustichelli, Lelio Luttazzi, Alessandro Cicognini e Piero Unliliani.

L’ultimo appuntamento anacaprese del festival è previsto per lunedì 31 luglio (ore 20.30), con l’imperdibile evento “Vi presento Matilde Neruda”. L’attore Sebastiano Somma, insieme alla compagna di scena e di vita Morgana Forcella, si esibirà in uno speciale reading teatrale, scritto da Liberato Santarpino, interamente dedicato al rapporto amoroso tra Pablo Neruda e Matilde Urrutia.

Ad impreziosire lo spettacolo, a mo’ di interpunto tra i versi, il canto di Emilia Zamuner, accompagnata da un ensemble musicale, e le coreografie di Enzo Padulano e Francesca Accietto. Un lavoro a tutto tondo, dunque, che mescolando poesia, musica e danza, offrirà al pubblico alcuni momenti di intensa commozione celebrando i cinquant’anni dalla morte del poeta cileno.

Confermando la sinergia tra le isole del golfo inaugurata lo scorso anno, il festival Dal Barocco al Jazz 2023 sceglie di chiudere la propria programmazione a Ischia.

Il 3 agosto (ore 21), nell’affascinante Castello Aragonese, andrà in scena il concerto “La Musica a Napoli, dal barocco alla canzone napoletana”, un appuntamento inedito che vedrà affiancati i fratelli Riccardo ed Emilia Zamuner.

I due artisti, accompagnati dagli archi dei “Virtuosi di Sansevero” in quintetto (Federica Tranzillo al primo violino, Alberto Marano al secondo violino, Martina Iacò alla viola, Arianna Di Martino al violoncello e Gianluigi Pennino al contrabbasso), presenteranno sull’isola verde un concerto dedicato alla tradizione musicale partenopea che spazierà dal Barocco alla canzone classica napoletana con contaminazioni e improvvisazioni barocche e jazz.

In programma il Concerto per archi in La maggiore di Francesco Durante, il Concerto per violino e archi in Si bemolle maggiore di Giovanni Battista Pergolesi, le Improvvisazioni per voce e archi di Nicola Porpora, e i brani immortali La Rosa (Saverio Mercadante), Scetate (Mario Costa), Bambenella (Raffaele Viviani), Nuttata ‘e sentimento (Giuseppe Capolongo) e Era de maggio (Mario Costa) nelle versioni per voce, violino e archi curata da Massimo de Stephanis. Quest’ultimo appuntamento ha il patrocinio morale del Comune di Ischia ed è organizzato in collaborazione con l’Associazione Amici di Gabriele Mattera e del Rotary Club Ischia Isola Verde.

Calato il sipario, l’impegno della Fondazione F. M. Napolitano nella promozione della musica proseguirà con la programmazione di anacaprifamusica. La rassegna, giunta alla sua XXIV edizione, porterà ad Anacapri, tra il 3 e il 23 agosto, altri sette concerti, e dal 5 al 9 settembre  i 5 concerti del Festival Pianistico.

Per info e prenotazioni: fondazionenapolitano@gmail.com

SITO  www.fondazionenapolitano.com

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x