SAN GIORGIO A CREMANO – Cambiamenti climatici. Dopo l’incontro dello scorso 18 aprile tra il sindaco Giorgio Zinno e i rappresentanti di “The Save Movement”, organizzazione internazionale che agisce in tutto il mondo per scongiurare la crisi climatica, in città si è svolto il primo appuntamento con gli studenti dell’Istituto Rocco Scotellaro. In particolare i ragazzi hanno incontrato gli esponenti di “Napoli Climate Save” che fa capo al movimento mondiale,con la rappresentante Connie Dentice. Obiettivo dell’incontro mostrare agli studenti le cause e le conseguenze dei cambiamenti climatici sulla società, nonchè i comportamenti negativi e quelli invece da perseguire per mitigarne gli effetti sull’ambiente. Un appuntamento a cui i giovani e i docenti hanno partecipato con grande interesse, in quanto è chiaro che l’argomento tocca tutti da vicino, anche in conseguenza della mobilitazione che sta interessando tutti i paesi a livello mondiale. Durante l’incontro sono emerse alcune azioni da poter mettere in campo, anche se la battaglia a livello globale riguarda tanti aspetti: dalla zootecnia, considerata tra le maggiori fonti di emissione di gas terra, alla deforestazione, estinzione di specie animali e uso eccessivo dell’acqua.

Durante l’incontro dello scorso mese tra il sindaco e i rappresentanti di Napoli Climate Save e “Napoli Animal Save”, il Primo Cittadino, sensibile all’argomento, aveva assunto l’impegno di dar seguito alla campagna di sensibilizzazione messa in atto dai gruppi, partendo proprio dai più giovani. Prima della fine dell’anno scolastico infatti, si è partito con l’istituto Scotellaro a cui è stata mostrata con dati, foto e video, una panoramica della situazione attuale, insieme alle azioni da attuare per la riqualificazione del territorio.

“Dinnanzi ad un cambiamento del clima tanto veloce e tangibile – spiega il sindacoGiorgio Zinno – abbiamo il dovere di comprendere quanto sta accadendo, per poi intervenire con comportamenti virtuosi che possiamo mettere in atto nel quotidiano. Bisogna partire proprio dai piccoli gesti per poi agire sui più grandi sistemi che hanno un impatto sull’ambiente sul clima. Napoli Climate Save rappresenta un punto di riferimento in questo ambito, agendo sui nostri territori in sinergia movimento internazionale “The Save Movement”. Dobbiamo battere il ferro finchè è caldo – conclude – facendo ora leva sui più giovani per costruire un futuro più rispettoso dell’ambiente”.

“Intervenire sui nostri giovani significa creare una comunità consapevole – aggiunge Ciro Sarno, assessore all’Ambiente. L’amministrazione Zinno opera a 360 gradi su argomenti che riguardano l’ambiente, allargando gli orizzonti su temi che investono tutti”.

“Abbiamo riscontrato grande interesse da parte degli studenti – commenta Connie Dentice – e per questo ringrazio l’amministrazione che si è mostrata sensibile all’argomento. Abbiamo messo un primo tassello a San Giorgio a Cremano nel percorso di sensibilizzazione e rispetto dell’ambiente e del clima, che siamo certi proseguirà anche con altre iniziative, in sinergia con le scuole e con il Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments