SAN GIORGIO A CREMANO – “I nostri studenti sono l’orgoglio della nostra città”. Con queste parole il sindaco Giorgio Zinno commenta le due iniziative in cui gli alunni delle scuole cittadine si sono distinti per l’impegno civico e la sensibilità verso il patrimonio artistico.

La prima riguarda “Cittadini per l’Unesco”, il concorso promosso dall’Osservatorio del Centro Storico di Napoli Sito Unesco e rivolto agli istituti scolastici di 12 comuni dell’area metropolitana di Napoli con l’obiettivo di diffondere e sviluppare nei più giovani la consapevolezza del grande patrimonio storico dei siti tutelati dall’Unesco. Per San Giorgio a Cremano hanno partecipato il Liceo Statale Urbani, l’Istituto Comprensivo Massaia, e l’Istituto Comprensivo De Filippo che hanno realizzato lavori sul tema: “Dialogo tra i popoli – dall’antico al contemporaneo”.

Accompagnati dai loro docenti e dall’assessore alla Cultura, Pietro De Martino, gli studenti hanno presentato i propri lavori su San Giorgio a Cremano nella Sala dei Baroni del Maschio Angioino alla presenza, tra gli altri, dell’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Lucia Fortini e di Umberto De Gregorio, Presidente EAV che è stato partner del progetto per i gemellaggi tra le scuole.

“Il riconoscimento agli studenti di San Giorgio a Cremano va di pari passo con quanto stiamo facendo sul territorio proprio nell’ambito della conoscenza della nostra storia e delle nostre radici – spiega il sindaco Giorgio Zinno. Gli studenti infatti sono stati protagonisti di percorsi di valorizzazione del nostro patrimonio artistico, non ultima la prima edizione del Maggio dei Monumenti, in cui hanno fatto da guida turistica ai visitatori nelle nostre ville e nei nostri palazzi. La sensibilità dei dirigenti scolastici – aggiunge Zinno – nel partecipare a tali iniziative dimostra che abbiamo intrapreso una strada comune che va nella direzione del riconoscimento e della promozione dell’arte e della cultura nostrana”.

“Con i ragazzi mettiamo in campo molteplici iniziative di recupero dell’arte e della storia che a San Giorgio a Cremano si respira in ogni strada e in ogni palazzo – conclude Pietro De Martino. E’ bene che dopo aver acquisito conoscenza del nostro patrimonio, le nuove generazioni siano in grado di esportare la nostra cultura anche fuori dai confini sangiorgesi. Questo progetto Unesco è andato proprio in questa direzione ed è per noi una grande soddisfazione aver assistito all’impegno dei nostri ragazzi”.

Nella stessa giornata poi, in tutti gli istituti scolastici della città, alle ore 11.00 sono state interrotte le lezioni per leggere gli articoli 21 e 33 della Costituzione italiana che sanciscono tali principi di libertà, nell’ambito del Teacher Pride, l’iniziativa nazionale lanciata dai docenti del Liceo Anco Marzio di Ostia (Roma), indignati per l’ingiustizia subita dalla professoressa Rosa Maria Dell’aria. L’idea di creare una sorta di flash mob per la libertà di pensiero e di insegnamento è nata dal Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments