13.5 C
Napoli
lunedì 5 Dicembre 2022

“Il Vesuvio, lo stato della natura e dell’uomo alle falde del vulcano più famoso del mondo”

-

SAN GIORGIO A CREMANO – Il 22 giugno 2022 alle ore 18 a San Giorgio a Cremano nella Biblioteca di cultura vesuviana Giovanni Alagi, sala Giacinto Fioretti, si è tenuto il convegno: “Il Vesuvio, lo stato della natura e dell’uomo alle falde del vulcano più famoso del mondo”. Dopo i saluti istituzionali di Michele Carbone, Presidente del Consiglio Comunale, Franco Liguori (presidente del Laboratorio ricerche e studi vesuviani) e Italo Iozzolino (responsabile Equità Territoriale gruppo vesuviano e moderatore del convegno) hanno esposto gli obiettivi rispettivamente della LUV (Libera Università Vesuviana) e del movimento ET (Equità Territoriale), le due entità organizzatrici dell’incontro. A dimostrazione della necessità di un’azione di conoscenza e studio continuo, sono stati esposti dai vari relatori i principali dei molteplici aspetti del vulcano e della sua area: Nevio De Stefano (Fisico) per quanto riguarda la geologia e la vulcanologia, Francesco Santoianni (Disastrologo) per i problemi di protezione civile ed evacuazione, Arturo Montrone (del Movimento Cooperazione Educativa) per l’educazione alla convivenza con il Vesuvio, Ettore Di Caterina (co-autore della Guida del Vesuvio Electa) per la promozione e la fruizione naturalistica e turistica, Giuseppina Scognamiglio (Docente di letteratura teatrale della Federico II di Napoli) per i riferimenti letterari e culturali. Aldo Vella (territorialista, responsabile del progetto LUV) ha concluso i lavori annunciando le prossime attività della LUV, prima tra tutte un convegno itinerante intorno al Vesuvio come apertura di veri e propri corsi di cultura vesuviana da tenersi – secondo la visione di campus – in varie sedi messe a disposizione da alcuni Comuni vesuviani, dalla Fondazione per le ville vesuviane ed altri enti fondatori della LUV.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x