comune_san_giorgio_a_cremano-2

SAN GIORGIO A CREMANO – Giustizia e diritti per tutti. Entro ottobre uno sportello gratuito per i cittadini.

L’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, d’accordo con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, ha approvato il progetto “La Giustizia per tutti” che prevede:

– la formazione forense per i professionisti attraverso 18 incontri che si svolgeranno dal 20 settembre al 16 maggio, in Villa Bruno;

– la riattivazione di uno sportello per i cittadini che potranno ottenere consigli gratuiti su temi quali: azioni giudiziarie intraprendere, sistemi alternativi alla giustizia tradizionale (mediazione e arbitrato), chiarimenti e istruzioni sulla difesa d’ufficio e sul gratuito patrocinio.

Ci sarà quindi un dialogo diretto e continuo tra avvocati e cittadini, con corsi di orientamento e informazione preventiva.

Attraverso l’avvocato Eugenio Diffidenti, delegato del Consiglio dell’Ordine degli avvocati partenopei, e coordinatore del progetto per il Comune di San Giorgio a Cremano, Villa Bruno diventerà per quasi un anno la sede della formazione forense, con relatori di grande spessore e avvocati riconosciuti a livello nazionale.

Ai professionisti che prenderanno parte alle iniziative concordate, consultabili a breve sul sito istituzionale dell’Ente e su www.lagiustiziapertutti.it, verranno riconosciuti anche crediti formativi da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.

Gli argomenti che verranno trattati sono di interesse generale e riguardano non solo coloro che svolgono la professione, ma tutti i cittadini: Diritto di Famiglia e dei Minori, rapporti patrimoniali tra coniugi, sanzioni amministrative davanti al Giudice di Pace.

La formazione e gli appuntamenti in questione rientrano nel progetto la Giustizia per tutti che da anni comprende anche Sportello legale gratuito, istituito dal comune con la finalità di offrire ai cittadini bisognosi un servizio di informazione legale che possa aiutarli ad orientarsi nel complesso sistema della vita odierna, indirizzandoli, ove necessario, all’Istituto del patrocinio a spese dello Stato.

Lo sportello invece, come ha annunciato lo stesso coordinatore Diffidenti, sarà riattivato entro pochi mesi e rappresenta un ulteriore servizio ai cittadini che non hanno possibilità di rivolgersi a professionisti privati.

“Abbiamo deciso di accogliere e coordinare anche quest’anno il progetto “La Giustizia per tutti” perchè riteniamo che un avvocato aggiornato sia un professionista migliore e quindi un cittadino consapevole dei propri diritti e doveri – spiega il sindaco Giorgio Zinno – oltre alla consapevolezza che sia la formazione, sia l’assistenza gratuita abbiano una ricaduta positiva sul nostro territorio. Lo sportello di consulenza legale poi, rappresenta una grande conquista sociale che assicura a tutti i cittadini l’esercizio del diritto alla difesa, abbattendo in tal modo il muro del disagio , dell’emarginazione e dell’indifferenza”.

“Era il 2008 allorquando per la prima volta organizzammo con il patrocinio del Comune di san Giorgio a Cremano il corso di eventi formativi per avvocati accreditati presso l’Ordine degli Avvocati di Napoli – aggiunge l’avvocato Eugenio Diffidenti. Da allora ogni anno l’iniziativa si ripete e si arricchisce di argomenti e di ulteriori validi relatori.

Devo ringraziare la sensibilità del Comune di San Giorgio a Cremano, la lungimiranza del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli che hanno appoggiato l’evento culturale specialistico nell’ambito del protocollo di accordo del progetto “La Giustizia per Tutti” sottoscritto tra il Comune ed il COA nel 2007 e che assicura da 10 anni un valido ed apprezzato strumento di formazione alla ampia platea di professionisti della zona.

Nel corso degli anni sono giunti apprezzamenti unanimi dai colleghi che hanno elogiato gli eventi per qualità e serietà e mi hanno incitato a continuare su questa strada insieme agli altri colleghi promotori e collaborati che colgo l’occasione per ringraziare.

L’obiettivo prossimo – ha concluso il coordinatore – è quello di istituzionalizzare l’iniziativa con la fondazione di un articolato “Centro Studi Giuridici” che non si limiti alla organizzazione degli eventi”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments