bottega

SAN GIORGIO A CREMANO – Nasce a San Giorgio a Cremano un polo innovativo per l’infanzia. Il Parco di Villa Falanga, sede del Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine, si arricchisce della “prima libreria in un parco pubblico” e un ristorante vicino alla villa ottiene il primo bollino blu e il marchio “PORTE APERTE AI BAMBINI”, per aver realizzato il primo menù a misura di bambino.

Tra via San Martino e piazza Bernardo Tanucci nasce così un vero e proprio triangolo di città dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, dove si potrà prendere in prestito un libro e leggerlo all’aria aperta nel parco, partecipare ai laboratori gratuiti dedicati a bambini e adolescenti e anche pranzare o cenare in un locale che riserva ai più piccoli uno speciale menù che esula dai soliti pasta al pomodoro, cotoletta a patatine e prpone invece pietanze sane ma con un’impronta gourmet.

L’idea di realizzare una libreria in una villa comunale ricalca il modello nord europeo dove genitori e nonni, ma anche gli stessi bambini possono prendere in prestito qualsiasi volume, leggerlo e poi restituirlo per ritrovarlo e cambiarlo successivamente con un altro. L’iniziativa è stata resa possibile attraverso l’associazione “La Bottega delle Parole”, a cui l’amministrazione, guidata dal sindaco Giorgio Zinno, ha affidato la gestione di Villa Falanga che è anche sede Ambasciata Unicef. L’associazione, presieduta da Miryam Gison, ha così realizzato l’idea nella struttura interna al parco, offrendo questo ed altri servizi come la cura del parco, guardiania, apertura e chiusura.

La libreria è accessibile a tutti esta già sortendo notevole successo, anche tra i più grandi, che trascorrono qualche ora a leggere mentre aspettano i propri figli e nipoti che prendono parte ai laboratori nella struttura principale della villa. Oltre che poterli leggere mentre si sta comodamente seduti, presto sarà attivata la regola “libro che prendi, libro che doni”, ovvero si potrà prendere in prestito un libro lasciandone un altro che andrà ad arricchire gli scaffali.

“Stiamo provando a realizzare un polo dedicato all’infanzia e all’adolescenza in una parte della città che è già sede della Città dei Bambini e delle Bambine – spiega il sindaco Giorgio Zinno – arricchendo l’offerta di servizi e opportunità anche per le famiglie. In questa direzione va anche l’attribuzione del primo bollino blu al ristorante che ha realizzato un menù che mette insieme le esigenze dei bambini e dei genitori con pietanze sane, compete, gradevoli agli occhi e apprezzate dalle famiglie”.

Ad aggiudicarsi il bollino è stato il ristornate “Il Marchese”, dove i bambini assaggiatori che hanno contribuito al giudizio finale, hanno trovato “gnocchetti tricolori”, con impasto classico, al pomodoro e al basilico, “bon bon di merluzzo mandorlati su vellutata di patata con pomodoro e zucchina” e perfino un dolce con frutta e confettura di amarena.

Il primo pranzo a misura di bambino e l’attribuzione del bollino sono stati ripresi anche dalle telecamere di Rai Tre e saranno raccontati durante la rubrica Telecamere in Classe, in Buongiorno Regione, l’11 gennaio 2019 alle ore 7.30.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments