SAN GIORGIO A CREMANO – Lotta ai reati ambientali. Stretta delle Forze dell’Ordine sul territorio sangiorgese. Questa mattina il nucleo Ambientale della Polizia Municipale, diretto dal Maggiore Attilio De Vita, ha sequestrato una falegnameria abusiva in zona Carceri Vecchie ed elevato verbali ad un esercizio commerciale di riparazione auto, in quanto trovato sprovvisto di registro relativo al carico e scarico di rifiuti, oltre alla mancanza di regolare iscrizione al Registro degli Artigiani. I controlli rientrano nel Patto per la Terra dei Fuochi che anche il comune di San Giorgio ha stretto con la Prefettura. Gli interventi si sono svolti con l’ausilio dei militari dell’Esercito e proseguiranno senza sosta per reprimere gli illeciti ambientali che provocano inquinamento sul territorio.

Finora, nel corso di precedenti attività nel medesimo ambito, sono già decine i controlli effettuati presso esercizi commerciali; in particolare autofficine, carrozzerie, gommisti e tutte quelle attività che potrebbero compromettere l’ambiente se non vengono rispettate le norme in materia ambientale. Solo 48 ore fa, anche la Guardia Costiera e la Guardia di Finanza di Portici hanno sequestrato un’autocarrozzeria sempre a San Giorgio a Cremano, perchè operava in assenza delle previste autorizzazioni regionali a tutela dell’ambiente. L’intervento è scaturito anche dalle segnalazioni da parte dei residenti, che lamentavano la presenza nell’aria di esalazioni provenienti dall’attività di verniciatura.

“Le Forze dell’Ordine stanno vigilando sul territorio in maniera serrata per garantire la legalità – spiega il sindaco Giorgio Zinno – in particolar modo sui reati ambientali. La sinergia interforze sta portando ottimi risultati. Non tolleriamo il mancato rispetto delle regole da parte di coloro che provocano danni alla nostra città e inquinano l’ambiente dove viviamo. Infatti le azioni della Polizia municipale in particolare, congiuntamente con l’Esercito, sono la testimonianza dell’attenzione che poniamo a questi fenomeni. Bisogna lavorare costantemente per aumentare il controllo del territorio, anche rispetto al corretto smaltimento dei rifiuti da parte dei privati cittadini.

I controlli in corso si svolgono di pari passo con le misure straordinarie per la prevenzione e la lotta al fenomeno dell’abbandono e dei roghi di rifiuti che rientrano nel Patto per Terra dei Fuochi, sottoscritto in Prefettura dai comuni del Casertano e della provincia di Napoli che vi hanno aderito. Tra questi vi è anche San Giorgio a Cremano. Secondo il patto, insieme all’ Esercito e con il rafforzamento degli agenti di polizia municipale provenienti da altri territori, si svolgono costantemente attività di controllo e di tutela ambientale per contrastare diversi reati ambientali e soprattutto il fenomeno dei roghi nei comuni delle province di Napoli e Caserta.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments