SAN GIORGIO A CREMANO – 3 nuovi casi riscontrati stamattina a San Giorgio a Cremano. si tratta di persone risultate positive ai tamponi.

Ad annunciarlo il sindaco Giorgio Zinno: “Sapevamo che i giorni peggiori non erano ancora passati e così è stato. Nelle ultime ore tre nostri concittadini sono stati trovati positivi al Coronavirus.

Due di loro sono recentemente tornati in città da altre regioni e sono, attualmente, ricoverati in ospedale.

Se i decreti legge, le ordinanze del Presidente della Regione, le mie ordinanze non sono sufficienti per convincevi a restare a casa, vi invito a vedere ciò che sta succedendo nelle regioni maggiormente colpite: Si muore!

Se vogliamo evitare che il coronavirus si propaghi anche da noi dobbiamo RESTARE A CASA , a meno che non siate costretti ad uscire di casa per lavoro o per le necessità essenziali e prendiate le dovute precauzioni. Perché sappiatelo trasgredendo , mettete a repentaglio la vostra vita e quella degli altri, in particolare dei vostri cari.

Ancora una volta, non chiedetemi chi sono e dove abitano le persone ammalate. Vi basti sapere che le istituzioni sono lavoro 24 ore su 24 e monitorano tutti i casi controllando i rapporti avuti negli ultimi 14 giorni da tali persone. Rendeteci più facile il nostro lavoro che, vi assicuro, è estenuante.

Ricordate ai vostri Amministratori la necessità di igienizzare i condomini e attuate tutte le norme di sicurezza previste dai dpcm.

Restate a casa, non diffondete panico sui social su casi inesistenti o non verificati, ma diffondete la necessità prioritaria di stare a casa, unica arma per vincere questa guerra. Solo così usciremo presto da questo incubo”.

Terzo caso di Coronavirus anche a Somma Vesuviana. anche qui a dare la notizia il sindaco del comune vesuviano Salvatore Di Sarno: “Il popolo sommese è eccezionale e gran parte sta rispondendo bene ma c’è una parte della popolazione come i ragazzi che se ne frega di quanto da settimane stiamo chiedendo.

Chiedo ai familiari di questi ragazzi di aiutare le istituzioni a far comprendere ai loro figli che questo è il momento di stare a casa. Gli anziani hanno sicuramente bisogno di fare quattro passi a piedi ma purtroppo questo è il momento di non uscire.

Vedo ancora tante auto in giro – ha proseguito Salvatore Di Sarno – soprattutto nelle periferie. Dobbiamo fare arrivare l’Esercito a Somma Vesuviana?? Io ho fatto la mia scelta precisa: non posso mettere a rischio la salute di chi lavora con me.

Ho chiesto loro di lavorare da casa anche in questo periodo in cui li vorrei con me. Carabinieri, Polizia e Polizia Municipale stanno cercando di controllare tutte le zone della città e ci stiamo concentrando molto sulla periferia, ma non è facile perché il territorio è esteso. Personalmente sto facendo un giro costante della città.

Mi hanno detto che lungo la zona alta di Somma, dunque sulla Montagna in località Castello abbiamo ancora coppie che escono insieme.

NON VA BENE QUESTO IN QUESTO MOMENTO!! Poi non affolliamo le Farmacie per cose inutili che possono essere acquistate anche dopo. Non usciamo in due per andare a fare la spesa. NON SI PUO’ FARE. Mi hanno detto di persone che vanno nelle case per fare i parrucchieri, i barbieri, le estetiste.

NON SI PUO’ FARE, NON VA BENE!! CHI FA QUESTO NON RISPETTA L’ALTRO. Tutti dobbiamo fare un grande ed importante sacrificio. NON VOGLIO ARRIVARE A SCELTE DRASTICHE: STO PENSANDO DI CHIUDERE TUTTO. Dobbiamo far arrivare l’Esercito a Somma Vesuviana? Ora basta: DOBBIAMO STARE A CASA!!”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments