SAN GIORGIO A CREMANO (di Mario De Vito) – Urla, schiamazzi, risate, ragazzi che si perdono in chiacchiere senza preoccuparsi di generare assembramento.

E’ la situazione che da giorni si verifica nei luoghi di raduno della movida di San Giorgio a Cremano.

Molti cittadini, segnalano, senza molta fortuna, l’accaduto alla Polizia Locale.

Molti genitori sono restii a far uscire i propri figli a giocare nei giardini così come molti anziani terrorizzati dagli assembramenti pericolosi.

In molti, nonostante la giovanissima età non rispettano il divieto di fumo sul territorio comunale emanato con delibera dal sindaco Giorgio Zinno in vigore fino al al 31 maggio 2020.

Questo è lo scenario che quotidianamente si può vivere attraversando le strade principali del comune alle porte di Napoli. Intorno alle 19.00, in Via Scarlatti, in piazza Giordano Bruno, in piazza Europa, a ridosso dei porticati di fronte al comune e a Villa Vannucchi sono migliaia i ragazzi in strada.

“Continuo a chiedere alle famiglie di raccomandare ai propri figli minorenni il rispetto delle norme – spiega il primo cittadino Giorgio Zinno dal suo profilo Facebook- negli ultimi giorni mi segnalano che molti giovani si nascondono nelle vie meno percorse dai cittadini per non farsi scorgere in gruppi. Le precauzioni rispettate hanno portato anche oggi ad avere una persona guarita e 9 tamponi negativi, ma comportamenti scorretti potrebbero far invertire tale percorso positivo”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments