28.4 C
Napoli
venerdì 12 Agosto 2022

Stupro San Giorgio, torna il libertà anche il secondo accusato (VIDEO)

-

SAN GIORGIO A CREMANO – Nonostante la perizia medica parla di stupro e non di atto consensuale, anche il secondo dei tre accusati dello stupro della giovane 25enne di Portici, Antonio Cozzolino é tornato libero.

La decisione é stata presa dai giudici del Tribunale del Riesame di Napoli che hanno adottato lo stesso metro di giudizio messo in campo pochi giorni fa col 18enne Alessandro Sbrescia.

Al momento resta in carcere Raffaele Borrelli, il terzo indagato che, però, come i suoi amici, tramite i suoi legali ha presentato istanza al Riesame.

“Non entro nel merito della decisione del Tribunale del Riesame ma trovo inconcepibile che due dei tre accusati dello stupro nella stazione della Circumvesuviana a San Giorgio a Cremano siano già fuori. Evidentemente le maglie della legislazione vigente sono troppo larghe se è così facile uscire di galera a fronte di un’accusa così grave.

Occorre una ridefinizione normativa che garantisca il diritto alla difesa per gli accusati ma, allo stesso tempo, eviti le scarcerazioni troppo rapide.

Chi si rende responsabile di uno stupro deve restare in carcere e scontare fino all’ultimo giorno della propria pena”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, il segretario del Sole che Ride di San Giorgio a Cremano Salvatore Petrilli e il portavoce regionale Vincenzo Peretti.

“Tra l’altro – prosegue Borrelli – occorre prestare la massima attenzione al rischio isolamento per la vittima. Spesso e volentieri una parte dell’opinione pubblica tende a ribaltare la realtà, quasi ad identificare la donna stuprata come colpevole e gli autori della violenza come vittime. In questa ottica il ritorno a casa degli accusati non aiuta di certo”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x