SAN GIORGIO A CREMANO – Si è svolto oggi il primo appuntamento della manifestazione : “ULTIMO GIORNO DI SCUOLA GUARDANDOSI NEGLI OCCHI”, voluto dll’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno e rivolta agli studenti delle ultime classi delle scuole secondarie di primo grado.

Presso il Campo Raffaele Paudice il Primo Cittadino, il vicesindaco Michele Carbone e il Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Giordano hanno accolto gli alunni dell’I.C. IV Stanziale, i primi a celebrare l’evento di saluto nella 5 giorni di appuntamenti. Presenti anche i genitori degli alunni che dagli spalti hanno partecipato alla kermesse e una rappresentanza dei docenti.

Sotto il forte sole e nonostante il caldo, i ragazzi hanno rispettato le misure di distanziamento fisico e hanno ricevuto una pergamena che è stata consegnata loro direttamente dai rappresentanti dell’amministrazione in cui si legge:

“Caro studente,

quest’anno è stato sicuramente difficile e diverso dagli altri. Hai dovuto completare il tuo percorso di studi lontano dai tuoi compagni e dai tuoi insegnanti, ma lo hai fatto con coraggio e rispetto delle regole, uscendone sicuramente maturato sia sotto il profilo umano che culturale. A te e alla tua famiglia va il merito di aver saputo reagire e l’augurio di ricominciare un nuovo ciclo scolastico con la giusta curiosità, impegno, partecipazione ed entusiasmo.”

Un messaggio che porta la firma del Sindaco e che testimonia la vicinanza e l’attenzione verso il mondo della scuola con cui l’amministrazione ha sempre lavorato con grande collaborazione.

Gli appuntamenti continueranno fino a venerdì 10 luglio. Martedì 7 sarà la volta degli alunni dell’I.C De Filippo; mercoledì 8 ,l I.C. Don Milani; giovedì 9 luglio, I.C. Massaia; venerdì 10 luglio, I.C. Troisi.

“Abbiamo organizzato questa manifestazione in accordo con i dirigenti scolastici, che ringrazio – ha detto il Sindaco Giorgio Zinno – perchè ci sembrava giusto che, dopo un lungo periodo di isolamento, gli studenti che inizieranno percorsi di studio diversi e che quindi non si vedranno più tra i banchi di scuola, potessero salutarsi e vivere un momento di aggregazione proprio come avrebbero fatto se non vi fosse stata l’emergenza Covid. Il mio ringraziamento va anche agli organizzatori, alla protezione civile e a tutti coloro che in questi giorni stanno collaborando per il bene dei ragazzi e della nostra comunità”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments