zinno

SAN GIORGIO A CREMANO – Vicenda Teseo. Il Comune ha disposto il pagamento di una mensilità stipendiale e parte di una seconda ai lavoratori dell’ATI Teseo – Aido, cooperativa che da anni gestisce i servizi sociali sul territorio ma che da tempo non riesce a far fronte ai propri impegni con i dipendenti.

Con una procedura d’urgenza, prevista dal codice degli appalti, sarà quindi liquidata ai lavoratori una parte delle spettanze, grazie all’impegno del Sindaco Giorgio Zinno e del vicesindaco con delega alle Politiche Sociali Michele Carbone, che si sono positivamente impegnati a trovare una soluzione parziale alla problematica, a seguito di diversi incontri con i sindacati, con l’unico obiettivo di salvaguardare i lavoratori e tutelare la loro dignità.

Intanto è stato dato avvio all’apertura delle buste di gara per individuare un nuovo soggetto che gestirà i servizi di assistenza domiciliare e scolastica. Entro poche settimane, durante le quali l’ATI Teseo – Aido continuerà a svolgere il servizio sul territorio, tutti i lavoratori usufruiranno di un passaggio di cantiere ad una nuova società a cui sono stati richiesti, negli atti di gara, requisiti di affidabilità molto più stringenti di quelli del passato, a tutela dei lavoratori. I dipendenti dunque, avranno finalmente la certezza della copertura finanziaria dei loro stipendi.

“Stiamo ponendo rimedio a storture del passato che, come una valanga, si sono ingigantite con il passare degli anni a danno dei lavoratori. Dipendenti che ringrazio in quanto hanno sempre assicurato il servizio nonostante il mancato pagamento di molti stipendi – afferma il sindaco Giorgio Zinno. Grazie alle decisioni prese in questi giorni continueremo ad assicurare i servizi alle fasce deboli, ovvero ad anziani e diversamente abili, sia presso i propri domicili che nelle scuole della città. Stiamo lavorando con gli uffici competenti, per risolvere problemi che vengono da lontano, affinchè la situazione venga completamente stabilizzata. Ringrazio per la proficua collaborazione sindacati e lavoratori che hanno sostenuto, attraverso il dialogo, il lavoro compiuto dall’Amministrazione e dal dirigente ai servizi sociali nell’unico interesse dei dipendenti e degli utenti”.

D’accordo Michele Carbone: “Abbiamo messo in campo ogni sforzo possibile per salvaguardare i dipendenti e, pur comprendendo benissimo i momenti di tensione, abbiamo sempre instaurato un dialogo proficuo e costruttivo nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini”

” In questi mesi abbiamo sopportato una situazione drammatica – aggiungono CGIL CISL UIL UGL USB – continuando a lavorare senza stipendio, spinti dal senso di responsabilità ed attaccamento all’utenza. Apprezziamo l’impegno e la disponibilità dell’Amministrazione, da sempre sensibile alle istanze dei lavoratori. Insieme abbiamo deciso di evitare un doppio passaggio di cantiere previsto da un’eventuale gara ponte, visti i tempi brevi che l’Amministrazione ha garantito per il passaggio di cantiere. Pertanto, seppur permangono le criticità, accogliamo con favore la volontà dell’Amministrazione di continuare nel percorso di confronto e condivisione”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments