Ricordare Silvia Ruotolo per onorarne la memoria e celebrare una giornata per la legalità e la giustizia. Oggi sabato 11 giugno era il venticinquesimo anniversario della morte di Silvia Ruotolo, uccisa a 39 anni da un proiettile che la colpì mortalmente durante un brutale agguato di camorra nel quartiere Vomero Arenella.

Nel corso di questa giornata la “Fondazione Silvia Ruotolo Onlus” ha promosso l’iniziativa “Tutto ciò che libera e tutto ciò che unisce”, con appuntamenti istituzionali e incontri per mantenere vivo il ricordo di Silvia.

Ai Giardini dedicati a Silvia Ruotolo in Piazza Medaglie d’Oro, c’è stata la deposizione dei fiori presso la lapide apposta in sua memoria. Erano presenti la Vice Sindaco di Napoli Mia Filippone e il Questore Alessandro Giuliano per i saluti istituzionali.

E’ stata presentata, nel corso della giornata la Borsa di Studio “Silvia Ruotolo per Secondigliano”, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Savio Alfieri e a cura dell’avvocato Vincenzo Sassano e della preside dell’Istituto Marianna Guarino. Interverranno le realtà culturali e sociali parte della rete della fondazione.

La mattinata è stata animata dalla presenza delle maggiori realtà nazionali attive nel contrasto alla Mafia: “Libera”, “Fondazione Polis” della Regione Campania, il “Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalità”, la “Fai – Federazione delle Associazioni Antiracket e Anti Usura Italiane”, la “Bottega dei sapori e dei saperi della Legalità”, “Charlatans Basket 4People” e la Cooperativa “Ottavia” ed il “Marano Ragazzi Spot Festival”.

Nel pomeriggio, la messa in ricordo di Silvia, officiata da Don Tonino Palmese, presso la Chiesa dell’Immacolata, in piazza Immacolata.​

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments