NAPOLI – Si apre domani, giovedì 22, al Palazzo Reale di Napoli il G20 , la riunione dei ministri dell’Ambiente dei 20 paesi.

Domani sarà la giornata dedicata alla tutela dell’Ambiente, mentre il 23 a essere protagonisti saranno Clima ed Energia.

Quello di Napoli è il primo G20 che vede protagonista l’economia circolare, cioè l’economia basata sul riciclo delle risorse e non sul loro consumo massivo.

I lavori a Palazzo Reale saranno aperti dal ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani.

Accanto alla riunione ci sarà come sempre la contromanifestazione organizzata dai movimenti antagonisti partenopeo.

L’ecosocial Parade dal titolo Sciame-siamo l’alternativa partirà da piazza Dante alle ore 16. a parlarcene l’organizzatore Davide Dioguardi.

E nella città che ospita il G20, dove c’è da anni emergenza verde pubblico, con luoghi simbolo come il Virgiliano, la Villa Comunale e la Floridiana sommersi dal degrado e dall’incuria, c’è un’altra emergenza che è stata denunciata dal WWF: il più basso numero di impianti fotovoltaici comunali non funzionanti ben 26.

Emblema di questo disservizio alla cittadinanza il mega impianti cittadino di Fuorigrotta sito all’interno dell’area mercata del Cerlone. A denunciare Ornella Capezzuto presidente WWF Napoli e Luigi Pascuzzi progettista dell’impianto del Cerlone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments