NAPOLI – Prosegue l’ “Operazione ripartenza”, con una nuova azione di controllo straordinario del territorio nei Comuni di Castellammare di Stabia per la provincia di Napoli e di Santa Maria Capua Vetere per la provincia di Caserta, nell’ambito delle attività coordinate dalla Prefettura di Napoli d’intesa con la Prefettura di Caserta e programmate dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania, Filippo Romano.

In campo 16 equipaggi per un totale di 38 unità interforze appartenenti al Raggruppamento Campania dell’Esercito, ai Carabinieri Forestale di Castellammare di Stabia, alla Polizia Metropolitana di Napoli, alla Polizia Municipale di Castellammare di Stabia, al Commissariato di PS di Castellammare di Stabia, alla Compagnia della Guardia di Finanza di Castellammare di Stabia, ai Carabinieri Forestale di Pietramelara (Ce), ai Carabinieri di Santa Maria C.V., alla Polizia Metropolitana di Napoli, alla Polizia Municipale di Santa Maria C.V, al Commissariato di PS di Santa Maria C.V., alla Compagnia della Guardia di Finanza di Capua, Guardia di Finanza ROAN di Napoli, Polizia Provinciale di Caserta e ARPAC di Caserta.

Controllate e sanzionate attività imprenditoriali e commerciali; 20 persone identificate, di cui 4 denunciati tra lavoratori irregolari e rei di illeciti ambientali; più di 4000 mila euro di sanzioni comminate.

Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments