NAPOLI – Effettuata ieri nei Comuni di Napoli-Bagnoli e Caserta, un’ operazione di controllo straordinario interforze contro lo smaltimento illecito e i roghi di rifiuti industriali, artigianali e commerciali.

Prosegue lo sforzo di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti provenienti da utenze domestiche, industriali e agricole, mirato anche alle discariche abusive, secondo la pianificazione stabilita con il coordinamento della prefettura di Napoli con la prefettura di Caserta, le due questure e con le altre Forze di Polizia delle provincie, in base alla programmazione proposta dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della Cabina di regia “Terra dei Fuochi”.

Il 20 Maggio sono entrati in azione 27 equipaggi per un totale di 62 unità interforze, nelle località e nei siti in cui abitualmente vengono abbandonati e quindi conferiti in modo illecito i rifiuti sul territorio, controllando 08 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 05 sequestrate, 131 persone identificate, di cui 08 denunciate tra lavoratori irregolari rei di illeciti ambientali, 08 persone sanzionate, 70 barche controllate e sequestrate, 64 veicoli controllati, di cui 08 sequestrati, circa 4.112 mq di aree sequestrate, circa 110 mc di rifiuti speciali pericolosi e non sequestrati, 13.050,00 euro di sanzioni comminate.

Per la prima volta ha partecipato alle operazioni l’Ispettorato centrale repressione frodi dei prodotti agroalimentari per l’Italia Meridionale, organo specializzato del Ministero delle politiche agricole, che da ora in avanti farà parte stabilmente della Cabina di Regia “Terra dei fuochi”.

Questa nel dettaglio la composizione degli equipaggi in campo: Raggruppamento Campania dell’Esercito su base 7° Rgt. Bersaglieri, Polizia di Stato di Bagnoli (Na), Carabinieri di Rione Traiano (Na), Carabinieri di Bagnoli (Na), Guardia di Finanza di San Giovanni Barra (Na), Polizia Municipale U.O. Tutela Ambientale di Napoli, Carabinieri Forestali di Napoli, Polizia Metropolitana di Napoli, Polizia Municipale di Soccavo (Na), Ispettorato centrale repressione frodi dei prodotti agroalimentari per l’Italia Meridionale, Polizia di Stato di Sessa Aurunca (Ce), Guardia di Finanza Territoriale di Sessa Aurunca (Ce), Carabinieri Forestali di Sessa Aurunca (Ce), Carabinieri di Sessa Aurunca (Ce), Polizia Municipale di Sessa Aurunca (Ce), ASL Caserta e ARPAC Caserta.

Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments