Bambino-ucciso-per-errore-a-Giugliano-6-2

GIUGLIANO – Una dottoressa è stata aggredita da un energumeno a Giugliano. E’ stata colpita alla testa con un’asta della flebo e le saranno necessari sette giorni per ristabilirsi. L’aggressore è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Giugliano in Campania per violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Si tratta di un 51enne di Melito che giunto al pronto soccorso dell’ospedale di Giugliano, avendo giudicato eccessivo il tempo di attesa, ha aggredito la dottoressa di turno colpendola alla testa come racconta Nessuno tocchi Ippocrate. Nelle stesse ore un’altra aggressione all’ospedale di Frattamaggiore dove un 17enne si è scagliato contro due infermieri di turno. “E’ un comportamento ormai abituale per i prepotenti e gli energumeni di questa città che deve assolutamente finire. I responsabili di simili comportamenti devono essere sanzionati duramente, bisogna che paghino conseguenze pesanti, non smetteremo mai di ripeterlo. E’ grave ritenere di poter andare in ospedale e picchiare chi ci lavora o distruggere le strutture a proprio piacimento. Per l’aggressore della dottoressa di Giugliano ci sia un processo per direttissima, zero tolleranza”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments