carcere-poggioreale-2-600x432

NAPOLI – Ancora un’aggressione ai danni del personale sanitario, l’ennesima. Stavolta l’interno di una struttura carceraria.

Come racconta la pagina Facebook dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” nella notte tra il 25 ed il 26 aprile, l’equipaggio della postazione 118 Miano ha subito un’aggressione nel carcere di Poggioreale da un detenuto all’interno del padiglione San Paolo, dove sono collocate le stanze adibite al ricovero.

Il personale medico una volta arrivato al cospetto del paziente da trasferire in pronto soccorso è stato da subito coperto di insulti e di ingiurie e minacciato, ma nonostante ciò, gli operatori hanno cercato di tranquillizzare il paziente che si rifiutava categoricamente di essere trasportato.

Ad un certo punto, però, quando l’equipaggio dell’ambulanza aveva deciso di assecondare le volontà del paziente, questi lancia verso i sanitari una flebo di vetro colpendoli in maniera violenta anche se non sono state riportate ferite gravi.

“Solidarietà agli operatori sanitari aggrediti e a tutta la categoria di medici ed infermieri che ogni giorno si adopera per tutelare la salute di tutti noi scontrandosi troppo spesso con la violenza e la follia. Serve maggiore tutela per il personale sanitario, servono più controlli per le strade, pene severe per i violenti e presidi di polizia nei pronto soccorso. Per quanto riguarda l’episodio in questione abbiamo inviato un nota alla direzione del carcere e alla Polizia Penitenziaria per avere delucidazioni in merito su questa azione ignobile e inaccettabile.” Le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments