NAPOLI – È Giovanni Pascoli l’autore estratto per la tipologia A nell’analisi del testo. Il testo è “La vita ferrata” ed è tratto da Myricae. Secondo autore proposto è Giovanni Verga con la sua novella Nedda. Per la tipologia B, ovvero l’analisi e la produzione di un testo argomentativo con il tema delle leggi raziali con un testo tratto dal libro scritto da Gherardo Colombo e Liliana Segre: “La sola colpa di essere nati.” La seconda proposta è un testo di Oliver Sacks, “Musicofilia”: si chiede un ragionamento sul potere che la musica esercita sugli esseri umani.

La terza proposta è il discorso pronunciato dal premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi l’8 ottobre del 2021 alla Camera in occasione della pre-Cop26.

Al centro del suo discorso, il tema del Covid, dei cambiamenti climatici e dell’importanza della scienza. Per la tipologia C, ovvero una riflessione critica di carattere espositivo- argomentativo su tematiche di attualità, tra le prime proposte troviamo un testo tratto da: “Perché una Costituzione della terra? Di Luigi Ferrajoli, sulla pandemia e i suoi effetti economici e sociali.

Dopo due anni passati in DAD ai maturandi è stato proposto anche l’argomento dell’iperconnessione con la traccia: “Tienilo acceso: posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello” : una riflessione a partire dal libro della linguista Vera Gheno e il giornalista e filosofo Bruno Mastroianni. Dopo due anni di pandemia ritorna il vero e proprio esame di maturità, in presenza e senza più mascherine (non sono più obbligatorie.)

Sono stati soprannominati i maturandi del ritorno alla normalità, dato che per due anni, gli esami di maturità non presentavano le prove scritte, ma, un’unica prova, quella orale. Anche quest’anno è presente una novità, gli studenti italiani dovranno affrontare solo le prime due prove scritte senza il quizzone. 80 mila gli studenti campani che sono alle prese con l’esame di Stato. Avranno a disposizione sei ore di tempo a cominciare dalle 8.30 o da quando verranno distribuiti loro i materiali delle tracce. Aperti i plichi tematici del Miur con le tracce ufficiali, gli auguri del Ministro Bianchi: “Voglio ribadire il mio messaggio di incoraggiamento alle studentesse e agli studenti. L’esame di stato è un importante momento di passaggio, va vissuto con entusiasmo. Siamo al vostro fianco. Abbiate fiducia nella vostre capacità.

Le tracce? Sono belle, bellissime.”
I primi commenti a caldo dei professori: “Tracce soddisfacenti, sono usciti due autori, Pascoli e Verga, bene approfonditi nei programmi.”

La riflessione di Antonello Giannelli, presidente dell’associazione nazionale presidi: “Non c’è dubbio che ci sia stata la volontà di venire incontro ai ragazzi del primo esame normale dopo la pandemia. Sono dunque il segnale della volontà di dialogo e di ascolto nei loro confronti. Proporre autori come Pascoli e Verga, e di quest’ultimo una delle novelle più celebri significa dare la possibilità a ogni studente di muoversi su un terreno a lui sicuramente noto. Le tracce non letterarie, inoltre, richiedono la trattazione di argomenti di facile approccio e offerto di frequente dibattito pubblico.”

Il Presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca manda un messaggio a tutti gli studenti: “Voglio rivolgere un augurio sincero e affettuoso a tutte le ragazze e i ragazzi che inizieranno le prove scritte degli esami di maturità, affinché possano vivere questa esperienza con il massimo di tranquillità e, allo stesso tempo, in maniera seria e rigorosa. Veniamo da anni complicati, in primo luogo per l’emergenza Covid, che purtroppo spesso è stata causa di limitazioni, sopratutto per le giovani generazioni, e poi per i sentimenti diffusi di preoccupazione e angoscia per la guerra in Ucraina. La speranza, oltre che l’augurio, è che questo esame di stato sia anche un’opportunità vera di riflessione e di crescita personale per ognuno dei maturandi. La prima importante prova di una vita ricca di soddisfazioni.”

Gaetano Manfredi, Sindaco della città di Napoli manda un messaggio a tutti gli studenti: “In bocca al lupo alle studentesse e agli studenti che oggi iniziano gli esami di maturità. A tutti voi auguro di affrontare questa prova con coraggio e determinazione, la prima di tante. Non abbiate alcun timore, date il meglio di oi e non perdete mai la vogoia imparare, conoscere e studiare. Questi giorni, ve lo assicuro, saranno tra i ricordi più belli della vostra vostra.”

Molti studenti Napoletani questa notte hanno deciso di radunarsi a San Martino per festeggiare. La foto ha fatto il giro sui social ed è stata commentata anche da Alessandra Clemente: “È un colpo d’occhio vedere tanti giovanissimi radunarsi in massa spontanea. È necessario intercettare tutto questo, renderli protagonisti e coinvolgerli nell’organizzazione di momenti a loro dedicati. Non abbandonarli a loro stessi. Partecipazione. Inclusione! Napoli è la città più giovane d’italiano.

Sono loro la nostra risorsa.” Un’immagine che ha fatto emozionare e ha consolidato ancor di più il bisogno che i Giovanni hanno nel voler tornare alla normalità dopo due anni di pandemia.

Al Liceo Umberto dopo sei ore di esame gli animi degli studenti sono più tranquilli. C’era molta ansia e felicità nel tornare in aula per affrontare nuovamente il vero esame di Stato.
Tanto stupore nello scoprire le tracce, che sono state apprezzate e hanno gradito la scelta fatta dal Ministero.
Le più gettonate sono state quelle del web e della musica, hanno dato loro la possibilità di spaziare e argomentare il più possibile.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments