NAPOLI- E’ alessandro Giuliano il nuovo questore di Napoli. Succede ad Antonio De Jesu che nei giorni scorsi è stato promosso a vice capo della Polizia di Stato.

Figlio di Borsi Giuliano eroico polizioto assassinato dalla mafia, Giuliano a 52 anni, attuale direttore dello Sco, il Servizio centrale operativo, torna a Napoli, dove dal ’97 al ’99 è stato funzionario alla squadra Mobile, sezione Catturandi.

Sabato la cerimonia di insediamento, col passaggio di consegne.

“Ci congratuliamo con Alessandro Giuliano per l’incarico di nuovo Questore di Napoli e gli porgiamo i migliori auguri di buon lavoro.

Giuliano torna in una città dove ha già lavorato, un vantaggio che gli permetterà di focalizzare immediatamente le criticità che stanno investendo il territorio”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e i portavoce del Sole che Ride in Campania Benedetta Sciannimanica e Vincenzo Peretti.

“Il nuovo questore avrà il compito di dare risposte su temi importanti come l’ondata di violenze negli ospedali e l’emergenza criminalità che sta investendo Napoli.

A tal proposito gli chiediamo l’istituzione di presidi di polizia in corrispondenza dei pronto soccorso degli ospedali.

Una soluzione che sarà utile a ridurre le aggressioni e le violenze che, da un po’ di tempo a questa parte, stanno diventando una triste abitudine nelle strutture ospedaliere della città.

Al di là di tale richiesta gli chiediamo risposte in tempi brevi sulle altre problematiche come microcriminalità, racket e l’ondata di recrudescenza camorristica che, negli ultimi mesi, ha messo a repentaglio la vita dei cittadini attraverso sparatorie in luoghi pubblici come accaduto al rione Villa, dove si è aperto il fuoco a due passi da una scuola, o a piazza Nazionale, dove la piccola Noemi ha rischiato di perdere la vita”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments