NAPOLI – “L’ex clinica Villa Russo di Miano è l’ennesima ferita inferta al popolo campano e sta diventando una bomba ecologica.

È l’ennesimo ecomostro creato dalla mente criminale e dalla mano incivile di quella parte di popolazione abituata a comportarsi come belve senza ritegno.

La struttura, ormai abbandonata da anni, versa in uno stato di degrado assoluto, trasformata in una vera e propria discarica abusiva “fornita” di ogni tipo di rifiuti.

Pneumatici, lastre d’amianto, barili di chissà quale contenuto, bidoni di vernice, rifiuti ingombranti vari e addirittura carcasse di automobili e vari parti meccaniche e carrozzeria.

Uno scempio, una vergogna assoluta che mette a serio rischio la salute dei residenti della zona”.

A denunciarlo Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, in seguito alle tante segnalazioni ricevute dai cittadini.

“Ci troviamo di fronte alla solita storia di disumano degrado, una vicenda a cui però bisogna mettere tempestivamente un freno prima che la situazione diventi irrecuperabile.

L’ edificio è di proprietà privata e al centro di diverse controversie giuridiche – ha poi aggiunto Borrelli – che per ora hanno negato l’immediata bonifica e messa in sicurezza dell’immobile che però oramai é assolutamente improrogabile.

Sappiamo che non sarà facile, ma la salute dei cittadini, la pulizia delle nostre città, deve essere la priorità assoluta”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments