Arrestato ad Afragola il boss Monfregola

    0

    AFRAGOLA – Ad Afragola i carabinieri, ieri pomeriggio, hanno arrestato il latitante di camorra Giuseppe Monfregolo, classe 1988, reggente del gruppo malavitoso ‘167 di Arzano’.

    Le manette ai polsi dlel’uomo sono scattate dopo un’assedio durato 2 ore.

    Il latitante aveva trovato rifugio all’ultimo piano di una palazzina in via duca d’Aosta.

    I militari con l’ausilio di un elicottero hanno blindato l’area quando hanno fatto irruzione l’uomo si è affacciato al balcone e si è arreso affermando: «Sono qui!».

    Immediato il messaggio del ministro Salvini: “Grazie alle Forze dell’Ordine e agli inquirenti. La sfida per riportare la legalità non conosce soste, e siamo pronti a presentare nuove misure”.

    Giuseppe Monfregolo era latitante dal novembre 2017 quando si sottrasse all’esecuzione di un decreto di fermo emesso dalla Procura delle Repubblica di Napoli – D.D.A., in quanto ritenuto responsabile di un’estorsione ai danni di un imprenditore in nome per conto del gruppo camorristico della “167 di Arzano” di cui Monfregolo è ritenuto il vertice.

    Il latitante si sottraeva inoltre a un secondo provvedimento, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli su richiesta della locale D.D.A. nel marzo 2018 per varie di estorsioni commesse da Monfregolo nei confronti di imprenditori e commercianti di Arzano, sempre a favore del gruppo camorristico della “167 di Arzano”.

    L’arrestato è stato tradotto nel Centro Penitenziario Napoli-Secondigliano dove è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.(ANSA).

    Lascia una recensione

      Subscribe  
    Notificami