FRATTAMAGGIORE – Nel napoletano continuano a crescere i furti di auto con l’obiettivo di immettere sul mercato nero i pezzi di ricambio, soprattutto per i marchi Fiat. A Frattamaggiore lo scorso 17 febbraio è stata rubata la Fiat Panda di un 25enne. L’auto, o meglio, il suo scheletro, è stata ritrovata, spogliata degli accessori, degli interni e di parti di carrozzeria. qualche giorno dopo nelle campagne di Caivano.

“Sono un ragazzo di 25 anni al quale l‘auto serviva per la famiglia soprattutto avendo una sorella disabile e papà malato di cuore. La beffa sta nel fatto che in quella zona da circa un mese c’è un vasto controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine e infatti a circa 30 metri dal furto in via filippo turati c era un posto di blocco ma come sempre zero telecamere e zero testimoni nessuno ha visto niente.”- racconta la vittima del furto che si è rivolta al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

“La cittadinanza è esasperata, e ne ha tutte le ragioni, di questi furti che continuano ad aumentare in maniera esponenziale. Le Istituzioni devono riportare tranquillità e sicurezza nelle strade, bisogna intensificare i controlli delle forze dell’ordine, prevedere un piano di prevenzione furti e crimini e controllare il mercato dei ricambi auto, sempre più fiorente soprattutto sul web. “-ha dichiarato Borrelli.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/2796504230493393

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments