ospedaldasd

NAPOLI – “Mozziconi spenti in bottigliette d’acqua lasciate sul davanzale delle finestre e disseminati ovunque e alcuni ambienti poco puliti dimostrano che, all’Ospedale Vecchio Pellegrini, non c’è il necessario controllo visto che, come comunicato in risposta a una mia recente interrogazione consiliare, in quell’ospedale non sono state fatte multe verso chi viola il divieto di fumo”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, e il consigliere della II municipalità di Napoli, Salvatore Iodice, che hanno prodotto un dossier fotografico per denunciare il mancato rispetto del divieto di fumo nel corso di un blitz nel nosocomio napoletano.

“Ogni giorno abbiamo segnalazioni da parte di pazienti e loro familiari, ma anche da parte del personale sanitario, che denunciano la presenza di gente che fuma addirittura nei reparti” hanno aggiunto Borrelli e Iodice per i quali “quando a fumare sono addirittura medici e infermieri ci troviamo di fronte a una mancanza di rispetto verso la professione sanitaria e verso la salute dei pazienti e, per questo, servono azioni disciplinari esemplari da parte della direzione a cui chiediamo maggiore attenzione sull’effettivo controllo in merito al divieto di fumo”.

Fumo all'ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli

#Blitz contro il #fumo in corsia al Vecchio #Pellegrini di #Napoli. #Verdi. Mozziconi dovunque e mancanza di controlli. Nessun rispetto per la salute dei pazienti"Mozziconi spenti in bottigliette d'acqua lasciate sul davanzale delle finestre e disseminati ovunque e alcuni ambienti poco puliti dimostrano che, all’Ospedale Vecchio Pellegrini, non c’è il necessario controllo visto che, come comunicato in risposta a una mia recente interrogazione consiliare, in quell’ospedale non sono state fatte multe verso chi viola il divieto di fumo”.A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, e il consigliere della II municipalità di Napoli, Salvatore Iodice, che hanno prodotto un dossier fotografico per denunciare il mancato rispetto del divieto di fumo nel corso di un blitz nel nosocomio napoletano.“Ogni giorno abbiamo segnalazioni da parte di pazienti e loro familiari, ma anche da parte del personale sanitario, che denunciano la presenza di gente che fuma addirittura nei reparti” hanno aggiunto Borrelli e Iodice per i quali “quando a fumare sono addirittura medici e infermieri ci troviamo di fronte a una mancanza di rispetto verso la professione sanitaria e verso la salute dei pazienti e, per questo, servono azioni disciplinari esemplari da parte della direzione a cui chiediamo maggiore attenzione sull’effettivo controllo in merito al divieto di fumo”.

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Mercoledì 24 ottobre 2018

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments