BOSCOREALE – I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, supportati dai militari del Nucleo Cinofili di Sarno, hanno eseguito un servizio di controllo del territorio ad “Alto Impatto” incentrato a Boscoreale e nei comuni limitrofi.

Sono stati eseguiti numerosi controlli nei luoghi di maggiore concentrazione di persone e di maggior transito veicolare.

A Trecase, due 46enni e un 28enne, già noti alle ff.oo., denunciati per ricettazione in concorso. A seguito di controllo stradale, il giovane e un altro complice sono stati sorpresi a bordo di un’autovettura rubata a Portici due giorni prima. Successive verifiche in un terreno di proprietà di uno dei soggetti ha consentito di rinvenire numerosi arnesi utilizzati per il furto di auto, oltre che numerose elementi di carrozzeria ed interno di autovetture ed il telaio di un’autovettura risultata rubata a San Sebastiano al Vesuvio poche settimane prima.

A Pompei, un 34enne già noto alle ff.oo., è stato denunciato per furto. I militari hanno verificato che lo stesso aveva rubato varia merce, per un valore complessivo di circa 2.500 euro, da due note attività commerciali di via Villa dei Misteri.

A Boscoreale, nel corso dei diversi posti di controllo posizionati ai confini con altri comuni è stato individuato e denunciato un 60enne, già noto alle ff.oo., che, controllato alla guida della propria autovettura aveva esibito una patente di guida a lui intestata, ma con numero seriale relativo a patente di guida di un terzo estraneo.

Durante i consueti controlli degli spazi condominiali dei rioni popolari, nel Piano Napoli di via Settermini, con l’apporto determinante del cane antidroga “Attila”, i militari hanno rinvenuto, occultati in un sottoscala, 8 grammi di marijuana suddivisi in 10 dosi e 7 grammi di hashish suddivisi in 6 dosi. Lo stupefacente era nascosto in un incavo del muro, in una busta da congelatore.

Durante il servizio sono state controllate 83 persone e 54 veicoli.Nell’ambito delle verifiche circa il rispetto del Codice della Strada sono state 5 le contravvenzioni elevate. Mancato uso delle cinture di sicurezza, guida con telefono e mancanza di copertura assicurativa le violazioni maggiormente riscontrate. Specifica attenzione è stata rivolta infine anche alla verifica del rispetto delle attuali norme anti-Covid, con 9 sanzioni elevate a carico di altrettanti soggetti controllati al di fuori del proprio comune di residenza, senza comprovati motivi di necessità, lavoro o salute.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments