Una protesta, l’ennesima contro il piano regionale di eradicazione della brucellosi e della tbc bufalina.

https://youtu.be/czB8BLKvzL4

Un blocco stradale con i trattori, una reazione istintiva al tentato suicidio di un loro collega, la cui azienda è finita all’asta a causa dei debiti contratti per l’abbattimento di tutto l’allevamento.

Un gruppo di allevatori bufalini, con una ventina di trattori e delle macchine, ha bloccato questa mattina la statale domitiana all’altezza di una rotonda, tra i comuni di Castel Volturno e Mondragone.

Si tratta di una manifestazione non organizzata dal coordinamento degli allevatori che da mesi si batte per il ritiro del piano regionale e che ha provocato traffico e disagi ai tanti automobilisti diretti sulle spiagge del litorale casertano.

Nelle scorse settimane, gli allevatori avevano organizzato un’altra manifestazione: un corteo di trattori aveva attraversato la provincia di Caserta fino a Napoli, sotto la sede della Regione Campania dove vennero provocatoriamente buttati per terra diversi litri di latte.

Ma quella di questa mattina è stata organizzata in maniera spontanea solo da una parte degli imprenditori, come risposta istintiva alla notizia del tentato suicidio di un allevatore andato in fallimento dopo che gli sono state abbattute tutte le bufale dell’allevamento.13mila gli animali abbattuti solo negli otto mesi del 2022



Il blocco è stato rimosso dopo circa tre ore.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments