NAPOLI – Una ventina di inferriate installate, nulla di più, per il resto il parco della Marinella a via Marina è un cantiere deserto, abbandonato.

Nessun operaio a lavoro, nessun manufatto costruito. Resta però la baraccopoli che da mesi accoglie rom e extracomunitari.

La zona è una vera e propria discarica, dalle torri aragonesi all’ex mercato del pesce, spazzatura, ingombranti, ma soprattutto siringhe di tossico dipendenti che riempiono marciapiedi, caditoie, giardinetti e stalli per la sosta delle auto.

Una situazione paradossale quella del parco che come la Galleria della Vittoria resta un cantiere immobile, incompiuto. In molti si attendevano che al ritorno dalle vacanze qualcosa si fosse mosse, che i lavori fossero a buon punto ma la situazione è totalmente diversa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments