NAPOLI – I carabinieri del (Nipaf) Nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale hanno ispezionato un’attività in via villa prota operante nel trattamento di veicoli fuori uso (su una superficie di circa 4.650 mq) e nella rivendita di ricambi per autoveicoli (su una superficie di 900 mq).

All’interno del primo impianto sono state trovate 153 autovetture, un furgone e 10 ciclomotori. su un’area contigua all’impianto ottenuta ampliando lo stesso c’erano invece 24 motori di autoveicoli, tutti classificati dall’arpac come rifiuto speciale pericoloso perché non erano stati bonificati prima di essere messi a deposito.

All’interno della rivendita ricambi è stata invece accertata la presenza di innumerevoli parti di autovetture provenienti da demolizioni: motori, ruote complete di pneumatici, assali di autovetture e di veicoli pesanti, impianti frenanti, ammortizzatori non bonificati, organi di idroguida, parti di trasmissione, sistemi di ritenuta per sicurezza passiva.

Non è stato esibito il registro di carico e scarico dei rifiuti. Comminate sanzioni amministrative per 31.166 euro.

Valore economico dei beni sequestrati stimato in 5.000.000 di euro.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments