movida-roma

NAPOLI – Non si fermano i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli durante la “movida” del fine settimana in centro città. 428 le persone – 186 con precedenti di polizia – e 121 i veicoli controllati dai militari della Compagnia di Napoli Centro, insieme a quelli del Reggimento Campania, del Nucleo Radiomobile e del NAS partenopei. 59 le contravvenzioni al cds notificate, gran parte delle quali per guida senza casco e mancanza di copertura assicurativa. 14 i motocicli sottoposti a sequestro e affidati alle depositerie giudiziarie.

4 i parcheggiatori abusivi denunciati: tutti distribuiti nelle strade di Chiaia più frequentate, i 4 chiedevano denaro agli automobilisti in cerca di sosta. Per uno di questi tariffe di 5 euro per motorini e 10 per le
auto.

Sanzionato un locale – tra i tanti controllati – perché rifilava ai clienti alcolici privi di qualsiasi indicazione sulla tracciabilità: pari a 3500 euro la multa comminata.

2 le persone denunciate: la prima perché sorpresa a guidare senza aver mai conseguito la patente e la seconda per aver falsificato la documentazione relativa alla polizza RCA del suo veicolo.

Segnalati alla Prefettura 5 assuntori di stupefacente. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Movida violenta in via Aniello Falcone, rissa tra i clienti dei baretti

“Questa non è Movida, questa è delinquenza. Il termine Movida non è più sinonimo di divertimento, il trascorrere una serata con gli amici, dal momento in cui coincide, sempre più spesso, con episodi di violenza. Proprio quei luoghi scelti dai giovani per incontrarsi sono divenuti per definizione i meno sicuri per l’incidenza di risse, disordini e caos per i residenti ostaggio di orde di ragazzetti indisciplinati. Poco dopo la mezzanotte di venerdì in via Aniello Falcone l’ennesimo episodio di ordinaria follia, due ragazzi che si prendono violentemente a botte fino a rotolarsi per terra, traffico bloccato, urla disperate, sedie e tavolini per aria. Per fortuna coetanei audaci sono riusciti a separarli nonostante le minacce che i contendenti continuavano a rivolgersi. E’ tempo di intervenire, si applichino misure severe che impongano rigore ed evitino tragedia . Spettacolo disgustoso che si ripete troppo spesso”. Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Benedetta Sciannimanica, consigliere dei Verdi della I Municipalità.

“ Via Aniello Falcone, hanno continuato Borrelli e Sciannimanica, non è un episodio isolato. Ovunque ci siano punti di incontro di giovani le risse sembrano essere diventate inevitabili, non c’è week end che non ne registri una. Le nuove generazioni esibiscono un’aggressività inquietante che va disciplinata, capita e curata”.

Via Falcone

Movida violenta in via Aniello Falcone, rissa tra i clienti dei baretti. I Verdi: “Si applichino misure severe che impongano rigore ed evitino tragedie. Spettacolo disgustoso che si ripete troppo spesso “ (video inviato da un cittadino)

Pubblicato da Francesco Emilio Borrelli su Sabato 20 giugno 2020

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments