carcere_aperto-2-2

CARINOLA – Dieci misure cautelari sono state eseguite dai Carabinieri della sezione operativa del reparto territoriale di Mondragone nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere sullo spaccio di droga all’interno del carcere «G.B. Novelli» di Carinola, nel Casertano.

Le misure cautelari (custodia in carcere, arresti domiciliari e divieto di dimora nelle province di Napoli e Caserta) sono state emesse dal gip di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura sammaritana nei confronti di 10 persone indagate per spaccio di sostanza stupefacente.

Le indagini sono iniziate nel settembre 2019 e terminate a febbraio 2020, periodo nel quale è emersa una frequente attività di spaccio all’interno del carcere di Carinola gestita da diversi detenuti i quali, coadiuvati da soggetti esterni, eludendo i controlli della polizia penitenziaria, effettuavano gli ordinativi di stupefacente (principalmente hashish) utilizzando telefoni cellulari, illecitamente detenuti all’interno del carcere, con i quali contattavano i propri parenti o comunque i fornitori, e poi introducevano la droga, per il loro tramite, all’interno del carcere.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments