Cgil, Cisl e Uil in piazza martedì 5 a Napoli contro i tagli alle risorse (VIDEO)

    0

    NAPOLI – Il reddito di cittadinanza rischia di innescare “una vera e propria guerra tra poveri”.

    E’ l’allarme lanciato da Cgil, Cisl e Uil nel corso della conferenza stampa questa mattina a Napoli nella sede della CISL che annuncia la manifestazione del 9 febbraio, in contemporanea con la manifestazione nazionale di Roma contro le scelte contenute della manovra di bilancio del governo.

    Duecento pullman con oltre diecimila lavoratori. Entra nel vivo la macchina organizzativa di Cgil, Cisl e Uil Campania in vista della manifestazione nazionale unitaria di sabato 9 febbraio a Roma.

    Nella conferenza stampa tenutasi in mattinata i segretari generali di Cgil e Uil Campania Nicola Ricci e Giovanni Sgambati e il segretario regionale Salvatore Topo hanno ribadito l’importanza della manifestazione che li vede protestare unitariamente contro una manovra che penalizza non solo lavoratori, pensionati, donne e giovani perché incapace di rilanciare l’economia e contrastare l’aumento della disoccupazione, soprattutto quella giovanile e femminile, ma che avrà ricadute nefaste sul territorio campano in quanto priva di un progetto organico di crescita del Mezzogiorno.

    La legge di bilancio penalizza in maniera inaccettabile il Mezzogiorno e l’area metropolitana di Napoli. Le politiche per i giovani, per le donne, per il Sud sono totalmente assenti e sul fronte della crescita del Paese non sono stati fatti significativi passi in avanti.

    Non c’è stata nessuna attenzione sui temi della creazione di lavoro, di nuovi investimenti, mentre, per quanto riguarda le pensioni, i giovani del Mezzogiorno restano penalizzati dalla discontinuità e dalla precarietà del lavoro.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments