borseggi

NAPOLI – Aumenta il numero dei reati predatori in metropolitana e sui mezzi pubblici a Napoli.

La nostra città si piazza al primo posto nella classifica del Sole 24 ore: i furti con strappo sono 2.418 in totale, in media 77ogni 100mila abitanti; le rapine5,626 in totale, in media 181 ogni 100mila abitanti.

Una piaga che vede sempre più spesso vittime persone anziane e giovanissimi minacciati, malmenati e a volte, nei casi più gravi, anche feriti con armi da taglio o colpi di pistola.

Ed è in questo scenario non proprio sicuro, che si inserisce il progetto di vigilanza privata via social inventata da un cittadino, un giornalista, Elio Guerriero, che ogni giorno viaggiando nei vagoni del metrò collinare segnala, in tempo reale con foto e allert, la presenza su banchine e treni di loschi figuri, borseggiatori seriali conosciuti da molti ma non dalle forze dell’ordine.

Guerriero ai nostri microfoni chiarisce come è nata l’idea e anche la pericolosità per realizzarla.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments