FRANA

NAPOLI – “In seguito al sopralluogo compiuto questa mattina dai tecnici della Regione, del Genio Civile e del Comune di Marano è stata verificata la somma urgenza dei lavori di ripristino geologico dell’area interessata dalla frana in località Torre Caracciolo. Ora chiediamo la riapertura di via Marano-Pianura in tempi celeri per ripristinare la viabilità lungo un’arteria che mette in relazione il comprensorio flegreo con il popoloso comune a nord di Napoli”. È la richiesta del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Le criticità idrogeologiche dell’area dell’alveo dei Camaldoli sono note da anni. Manca un vero e proprio sistema fognario e molte abitazioni utilizzano l’alveo come canale di sfogo delle acque reflue. La concentrazione delle acque nere e la conseguente penetrazione nel sottosuolo ha provocato il fenomeno di erosione che ha determinato l’evento franoso”. “Al di là dei lavori per ripristinare le condizioni di sicurezza nell’area della frana – conclude Borrelli – c’è bisogno di un intervento a monte del problema per evitare l’insorgere di nuovi fenomeni idrogeologici nell’area dei Camaldoli”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments