NAPOLI – Con il primo caldo quasi estivo, a Napoli è già cominciata, con un po’ di anticipo, la stagione del tuffo selvaggio. Sono sempre più pericolose ed improbabili le strutture scelte dai ragazzini come “basi di lancio” e “trampolini”. Come segnalato da un cittadino, attraverso un filmato, al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, la scorsa domenica un gruppo di giovanissimi ha deciso di sfidare le passerelle pericolanti ed i ferri arrugginiti del pontile Saint-Tropez a Mergellina.

“Questa è una battaglia che portiamo avanti da tantissimi anni. Non è contro i giovani ma è, anzi, a loro difesa. Perché se è vero che denunciamo come spesso si danneggino i monumenti per fare questi tuffi, la nostra principale preoccupazione è che prima o poi qualcuno di questi ragazzi possa farsi davvero male, come già accaduto in passato. Vogliamo evitarlo a qualsiasi costo, per cui chiediamo alle forze dell’ordine di cominciare ad aumentare i controlli nelle zone a rischio e all’autorità Portuale di interdire l’area che è di sua proprietà. Da oltre 2 anni è stato fatto un bando per riqualificare e riassegnare quel sito ma una serie di problemi amministrativi e giudiziari hanno per ora bloccato tutti.”- le parole di Borrelli e del conduttore radiofonico de La Radiazza Gianni Simioli.

video: https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/542298257431664

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments