rifiuti gaiola

NAPOLI – Numerosi i controlli sul territorio da parte degli agenti dell’Unità Operativa Vomero e dell’Unità Operativa Tutela Ambientale allo scopo di perseguire i negozianti ed i cittadini che non rispettano la raccolta dei rifiuti.

Gli uomini della Polizia Municipale sono scesi in campo in varie zone della città per verificare il rispetto dell’ultima Ordinanza emanata dal Sindaco di Napoli, la n. 662 del 07/09/2018, per ridurre le criticità del ciclo dei rifiuti e per garantire il corretto conferimento degli stessi sia da parte delle civili abitazioni sia da parte dei gestori delle attività commerciali.

Durante i controlli si è riscontrato che la maggior parte delle sanzioni è scaturita dalla non osservanza della raccolta differenziata ovvero nei contenitori i rifiuti erano gettati in maniera promiscua.

In Piazza Bellini sono stati sanzionati i titolari di quattro ristorenti.

I controlli hanno interessato anche la zona di via Pietro Colletta dove, anche per una rinomata pizzeria è scattata la sanzione per la mancata raccolta differenziata. Stessa sorte per un altro ristorante e gestore di un bar.

In via Morghen per i titolari di due ristoranti scattava la sanzione per il mancato rispetto della raccolta differenziata. Lo stesso verbale veniva elevato anche al titolare di un’attività di take away.

Anche in via Luca Giordano per il gestore del ristorante giapponese veniva contestata l’infrazione della promiscuità dei rifiuti.

Ma la stessa sorte è toccata anche alle civili abitazioni infatti per un condominio di Via Morghen è scattata la sanzione per i bidoncini dei rifiuti posti sulla pubblica via in orario e giorni diversi dal conferimento.

Anche per il servizio di pulizia dell’Asl Napoli sita in Piazza Nazionale è stata elevata la sanzione per il conferimento dei rifiuti non differenziati.

L’importo per la violazione dell’Ordinanza è di 500 euro inoltre per le attività commerciali, così come previsto, seguirà apposita segnalazione agli uffici preposti a rilasciare l’autorizzazione al fine di avviare, nei casi di gravi e/o reiterate violazioni i procedimenti di sospensione o revoca dell’autorizzazione amministrativa.

Le operazioni, atte a reprimere il fenomeno dello sversamento dei rifiuti fuori dagli orari, continueranno al fine di garantire decoro e igiene alla cittadinanza ed un immagine più decorosa della città di Napoli ai turisti che la frequentano.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments