NAPOLI – “L’emergenza sanitaria non è finita. Le restrizioni imposte dal governo e dalla Regione Campania sono ancora in vigore, ma qualcuno pensa che forse, il Covid-19, è solo un ricordo. Fra sabato e domenica ci sono arrivate decine e decine di segnalazioni di gente in strada e pericolosi assembramenti sia a Napoli che in provincia. I cittadini ci hanno inviato, a partire dalla giornata di sabato, centinaia di foto con strade affollate a Ponticelli, ai Vergini, nella Pignasecca, a Barra, San Carlo all’Arena come se fosse una normale giornata primaverile da trascorrere al sole. Cittadini esasperati anche a Quarto, Casandrino e Casalnuovo che ci hanno segnalato tantissima gente in giro. File enormi all’esterno delle poste sabato mattina, con pochissima distanza di sicurezza, gruppi di persone fermi a chiacchierare. Così non va bene, questa non è la strada giusta da seguire. Questo modo di fare, questo rilassamento della tensione può provocare un preoccupante aumento dei contagi, con più vittime e restrizioni prolungate. Una parte della popolazione sta allentando la presa, e questo può farci piombare in un’emergenza sanitaria ancora più grave e che sarà difficilissima da gestire. Servono assolutamente più uomini delle forze dell’ordine a pattugliare le aree maggiormente sensibili, o dovremmo presto fare i conti con nuovi focolai”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

“Il contagio non può essere fermato se le persone continuano ad affollare le strade e a non rispettare le distanze di sicurezza. Troppa gente, purtroppo, continua a non capire la gravità della situazione, mettendo a rischio la salute di tutti. Quindi, se non vogliono capire, servono provvedimenti ancora più drastici. Per questo motivo abbiamo deciso di chiedere al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, la redazione di un’ordinanza che obblighi tutti i cittadini che scendono in strada di indossare una mascherina. Pene severe per chi non le indosserà. Non possiamo permettere a qualche cialtrone strafottente di condannarci tutti”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e membro della Commissione Sanità.

“Sarebbe importantissimo obbligare tutti i cittadini a indossare la mascherina – ha aggiunto Natale De Falco, medico del San Giovanni Bosco. L’ottanta percento delle persone che contraggono il Coronavirus sono asintomatiche, non sanno quindi di averlo contratto. La mascherina, in quest’ottica, è fondamentale per evitare il contagio. Va chiarito che si tratta di uno strumento di protezione che serve a non infettare chi c’è in torno, e quindi a frenare il contagio riducendo drasticamente i batteri messi in circolo. Non è difficile da indossare, è uno sforzo minimo che può dare un grande risultato soprattutto perché troppa gente non rispetta le distanze di sicurezza per evitare il diffondersi del contagio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments