Covid, Campania resta gialla. De Luca: “Mancano ancora le dosi di vaccino” (VIDEO)

    0

    NAPOLI – La Campania è arrivata all’appuntamento col monitoraggio della cabina di regia in programma stamani a Roma (l’ultimo che tiene conto della vecchia griglia) con un’incidenza (i nuovi casi in una settimana per 100 mila abitanti) ulteriormente in discesa rispetto a giovedì scorso passando da 184 a 146. Nel nuovo impianto degli indicatori di rischio le regioni che avranno un valore di incidenza superiore a 250 andranno in zona rossa, tra 150 e 249 in arancione, sotto 150 in giallo, mentre fino a 50 ci sarà il limite del bianco al netto, per tutte le fasce, della situazione rilevata nelle corsie ospedaliere da valutare caso per caso. La Campania continua dunque a sfiorare il limite alto di 150, che individua il confine tra la zona gialla e quella arancione. Ma c’è anche da sottolineare la continua diminuzione della pressione negli ospedali, sia nelle terapie intensive che nei reparti ordinari. Elemento che conferma il trend in discesa.

    Sul piano vaccini, dopo le 41 ore consecutive e gli oltre 8mila vaccini somministrati soprattutto a giovani dell’età media di 29 anni, l’Asl di Caserta non perde tempo e organizza per martedì 18 maggio il secondo Astra Day alla Caserma Ferrara Orsi, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi; anche questa giornata di vaccinazioni durerà 24 ore (dalle 6 di martedì alle 6 di mercoledì 19 gennaio), ma è possibile che l’orario venga poi prolungato come è avvenuto l’11 maggio, quando arrivarono altre migliaia di dosi di Astrazeneca ed è stato così possibile vaccinare quasi tutti i prenotati (ma circa 600 persone non si sono presentate).

    Da lunedì apertura per gli over 40, che potranno registrarsi anche se il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, denuncia la mancanza delle dosi. Ad oggi sono poco più di due milioni le dosi somministrate ma, secondo la prospettiva, si dovrà arrivare almeno a 9milioni.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments